Sala Baganza: la tradizione figurativa della Divina Commedia raccontata da Nicola Catelli

comunali2022
Lombatti

Da sempre le terzine della Divina Commedia vengono raccontate anche attraverso le immagini. Il capolavoro di Dante vanta, infatti, una ricchissima e variegata tradizione figurativa, che ha rappresentato e rappresenta un aspetto fondamentale del suo stesso successo.

La geografia del poema, i personaggi, le creature mostruose e celestiali, le vicende narrate nelle tre cantiche, hanno ispirato nel corso dei secoli numerosi capolavori della storia dell’arte: attraverso miniature, dipinti, incisioni e persino fumetti, il poema è stato tradotto in straordinarie visualizzazioni, spiegato e commentato grazie a soluzioni illustrative raffinate che hanno contribuito a tramandarne e approfondirne la conoscenza, a plasmare la nostra memoria visuale e a rinnovare nel tempo il dialogo con l’opera più importante della letteratura occidentale. E sarà proprio questo il tema al centro dell’incontro-lezione che si svolgerà sabato 23 ottobre alle 17 nella Sala convegni della Rocca di Sala Baganza con il professor Nicola Catelli, docente di Letteratura Italiana dell’Università di Parma, intitolato “Imagini, chi bene intender cupe – La Commedia visualizzata”.

Catelli è ricercatore del Dipartimento di Discipline umanistiche, sociali e delle imprese culturali dell’Università di Parma. I suoi interessi di studio riguardano la letteratura cavalleresca (Pulci e Ariosto in particolare), la lirica del XVI e del XVII secolo, la letteratura italiana contemporanea, le forme dell’intertestualità, il rapporto tra letteratura e arti visive. Ha pubblicato fra l’altro l’edizione delle Rime di Pomponio Torelli (2008), la monografia “Parodiae liberta” e vari studi sulla letteratura italiana da Dante al Novecento.

L’incontro, a ingresso gratuito, accompagna la mostra “Dan Haligher”, aperta al pubblico in Rocca fino al 30 ottobre, in cui si espongono i pannelli realizzati dall’illustratore Gerardo “Gerri” Lunatici che raccontano la Divina Commedia a fumetti, come fosse una moderna graphic novel. Un’altra testimonianza di come il capolavoro della Letteratura Italiana sia sempre attuale. Per partecipare è necessaria la prenotazione e occorre essere in possesso del Green pass. Per info e prenotazioni occorre contattare lo IAT dell’Unione Pedemontana Parmense, telefonando al numero 0521 331342, oppure inviando una email all’indirizzo iat@unionepedemontana.pr.it.

valparmahospital