Sala Baganza: nuovo intervento per una rete idrica sempre più moderna ed efficiente

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

A Sala Baganza verranno ultimati entro il fine settimana, con il ripristino della viabilità ordinaria, i lavori idraulici in corso in via Zappati, all’altezza con l’incrocio con via Maiatico.

L’intervento, condotto da IRETI ACQUA, si era reso necessario a causa di un guasto ad una “saracinesca”, una valvola di grandi dimensioni, ma ha dato la possibilità ad IRETI di intervenire con un lavoro migliorativo con il quale va a completarsi il processo di “distrettualizzazione” dell’acquedotto, iniziato nel 2016. Questo significa che il territorio di Sala Baganza è stato suddiviso in diverse aree chiuse e misurate che permettono ad IRETI di controllare e intervenire sulla rete idrica con la massima precisione tele-misurando la pressione dell’acqua ed individuando rapidamente le perdite.

«L’ottimizzazione della rete dell’acquedotto di Sala Baganza è ormai ultimata – afferma il sindaco Aldo Spina –. Lo prova il fatto che di fronte ad un aumento della richiesta vi è comunque disponibilità del nostro bene più prezioso, l’acqua, grazie alla sua razionalizzazione e alla riduzione delle dispersioni».

Una rete rinnovata, moderna ed efficiente, sottolineano Matteo Benassi, responsabile Gestione reti acqua di IRETI e i suoi collaboratori Andrea Salsi e Andrea Pinardi, che giovedì mattina hanno accompagnato sul cantiere di via Zappati il sindaco e l’assessore alle politiche ambientali ed energetiche Norberto Vignali.

«L’intervento avrà ricadute positive anche sull’ambiente – osserva Norberto Vignali –, andando a ridurre gli sprechi della risorsa acqua e consentendo l’ottimizzazione dell’energia necessaria al suo pompaggio».

I lavori sono stati effettuati utilizzando un macchinario speciale in grado di perforare e canalizzare l’acqua in modo da evitare al massimo, durante l’intervento, i disagi dei cittadini serviti da quel tratto di acquedotto.

Da sottolineare, infine, che le nuove valvole, utilizzate per sostituire le precedenti andate in pensione dopo oltre 50 anni di onorato servizio, sono state realizzate utilizzando le migliori tecnologie attualmente disponibili, al fine di evitare rotture e resistere a lungo.

Dopo la chiusura del cantiere, e il conseguente ripristino della viabilità, verranno effettuati i lavori per risistemare l’asfalto.

SanMartino
kaleidoscopio
lodi_maggio24
Casa Bambini