Sicurezza a Noceto: al via la vigilanza privata

Lombatti

È stato ufficialmente presentato in municipio il 30 giugno scorso il progetto, attivato con decorrenza primo luglio e al momento della durata di tre mesi, relativo alle attività di vigilanza privata sul territorio comunale, affidate all’istituto Metronotte Piacenza.

All’incontro erano presenti il sindaco Fabio Fecci, il comandante della Polizia Municipale Luciano Ravasini, l’assessore al bilancio Marco Barantani e, per l’Istituto di Vigilanza, il coordinatore operativo Maurizio Bertoretti, la capo distretto di Parma Paola Conti e la guardia giurata Vittorio Russo.

«Il progetto si incardina» spiega il sindaco Fabio Fecci «in quell’ampio  protocollo “Il Patto per la Sicurezza” siglato nel 2016 con il Prefetto di Parma , un accordo pienamente attuato che prevedeva   il potenziamento della videosorveglianza –  ormai estesa su tutto il territorio e  costantemente ottimizzata con  utilizzo di tecnologia avanzata – ,   la sorveglianza diurna e notturna da parte della Polizia Municipale in sinergia con il locale Comando Carabinieri,  l’attivazione del “controllo di vicinato” per citare le azioni più significative.  Sono 750mila Euro le risorse investite dal 2015 ad oggi a favore della sicurezza a Noceto. Questo progetto di vigilanza privata si innesta in tutta questa serie di azioni e non sostituisce nel modo più assoluto l’operato delle forze istituzionalmente preposte.  La sicurezza è un’esigenza prioritaria per i cittadini, il nostro è un territorio ben monitorato e dove i fenomeni malavitosi sono prossimi allo zero, ma dove comunque è alta la nostra attenzione anche verso le possibili problematiche – risse, assembramenti, liti, piccoli furti – che possono recare danno. Noi puntiamo alla tranquillità ed al benessere dei nostri cittadini e vogliamo salvaguardare e promuovere legalità e convivenza civile. L’estate è una stagione più “calda” anche sotto l’aspetto della socialità, molto maggiori le occasioni per uscire, vogliamo far sì che questo periodo trascorra per tutti in maniera serena».

Il comandante Ravasini ha evidenziato che l’istituto affidatario delle attività di vigilanza privata svolgerà funzioni aggiuntive e non sostitutive rispetto a quelle ordinariamente svolte dalla polizia locale, ed avrà il compito di attivare gli organi di polizia locale o nazionale. L’istituto di vigilanza privata opererà esclusivamente sulla base delle indicazioni e subordinatamente alla Polizia Municipale, con cui si terrà in costante coordinamento e il controllo sarà quotidiano ed orientato alle aree pubbliche, ai beni ed edifici di proprietà comunale

E proprio per una copertura a raggio ancora più ampio, è stato modificato l’orario del personale della Polizia Locale proprio per avere una concentrazioni di presenze nelle ore del tardo pomeriggio e della sera, per un monitoraggio ancora maggiore, fermo restando che proseguirà il controllo anche nelle ore notturne.