Società della Cura di Parma: “Finalmente l’avvio dei corsi serali ma servono garanzie di continuità”

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

Abbiamo appreso nei giorni scorsi che sono state finalmente stanziate le risorse necessarie per garantire l’attivazione di tutte le classi dei corsi serali richieste dagli istituti superiori della nostra provincia per l’a.s. 2021/2022.

Come avevamo pubblicamente denunciato fin dallo scorso mese di maggio, infatti, l’UST di Parma e successivamente l’USR Emilia Romagna avevano deciso di non autorizzare i percorsi di studio dedicati agli adulti a fronte di una grave mancanza di organici.

Ciò avrebbe significato privare moltissime persone (solo a Parma si tratta di circa mille studenti) dell’opportunità di proseguire e completare gli studi e di ottenere un diploma valido in tutta la UE, con la prospettiva di migliorare la propria situazione lavorativa, acquisire competenze, appagare una passione o una vocazione rimasta inespressa. Si sarebbe trattato di una scelta gravissima, sia sul fronte del diritto allo studio, sia sul piano sociale, visto che i corsi serali sono e restano l’unica alternativa per chi decide di riprendere gli studi; una scelta particolarmente grave ed incomprensibile in un momento storico come questo, visto il grande numero di abbandoni scolastici al diurno e la crescente perdita di posti di lavoro, con il conseguente aumento di iscrizioni alle serali.

Riteniamo che il risultato ottenuto sia dipeso in gran parte dalla mobilitazione, a fianco dei sindacati, di tante associazioni, gruppi e comitati che si sono spesi per chiedere la tutela del diritto allo studio, spingendo i rappresentanti delle istituzioni comunali e regionali ad intervenire presso il governo e il MI ed ottenere che una decisione tanto inaccettabile e iniqua venisse annullata.

Ora, nell’augurare buon lavoro a tutte le persone che inizieranno finalmente il loro anno scolastico, chiediamo agli organi competenti e alle forze politiche un preciso impegno: che i corsi serali siano reinseriti a tutti gli effetti nei conteggi per l’assegnazione degli organici di diritto alle province e alle istituzioni scolastiche. Solo in questo modo, infatti, potranno essere garantite continuità didattica e stabilità degli organici, fattori indispensabili per offrire percorsi di qualità e sostenere la motivazione degli studenti lavoratori.

Convergenza per Società della Cura di Parma:

  • Priorità alla Scuola
  • Coordinamento Democrazia Costituzionale
  • CIAC
  • Commissione Audit
  • Casa delle Donne
  • Officina popolare
  • Tuttimondi
  • Coordinamento Chiamata contro la guerra
  • Lascuolasiamonoi – Coordinamento Scuole Parma
lodi_maggio24
Casa Bambini
SanMartino
kaleidoscopio