Sondaggio Facebook sul migliore quotidiano online: un plebiscito per ParmaDaily tra i giovani

Lombatti

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)

06/10/2010

Prosegue su Facebook il sondaggio per stabilire “qual è il migliore quotidiano online di Parma”.
Il divario continua a crescere e per Parmadaily è un plebiscito: più di 1.800 parmigiani hanno messo pubblicamente la loro faccia, nome e cognome per votare la nostra testata (clicca qui!), 210 per la Gazzetta di Parma (clicca qui!), 10 per Repubblica Parma (clicca qui!).
Considerata la fascia di età degli utilizzatori di Facebook (per lo più giovani e giovanissimi, e quindi un campione non scientifico), sarei ipocrita se scrivessi che la vittoria di ParmaDaily mi stupisce; no, non mi sorprende, al più non mi sarei aspettato un’affermazione così schiacciante e tanta disponibilità dei parmigiani a sostenere il nostro sito.
Ma al di là dei valori numerici, mi riempiono d’orgoglio i voti che ci hanno dato gli esponenti tradizionalmente più esigenti e critici nei confronti dell’informazione: hanno votato per ParmDaily, infatti, tanti dirigenti del Comitato politico federale di Rifondazione Comunista (Pietropaolo Piro, Francesco Samuele, Federico Toscani, Alberto Giannini, Franco Ferrrari, Davide Ledda, Antonio Varatta…), i compagni del PDCI, anarchici (Fabio Malandra), molti grillini di Parma (ma anche il capogruppo dei grillini reggiani Matteo Olivieri) ed esponenti del Comitato contro l’inceneritore, Il Popolo Viola di Parma…
A costo di risultare antipatico facendo torto a tutti gli altri (in primis ai cugini di Rifondazione), non nascondo che la preferenza che più mi ha gratificato è stato quella ricevuta da Graziano Buzzi (nella foto), tesoriere e membro della segreteria provinciale dei Comunisti Italiani di Parma, già esponente del PCI e assessore comunale di Parma… orbene, personaggi come Buzzi sono quelli che prima di esporsi pubblicamente ci pensano su 25 anni, ti fanno l’analisi del sangue e al primo passo falso ti epurano… ecco, essere riuscito a superare tutte queste prove è stato un risultato di cui vado fierissimo.
Ma oltre al mondo della sinistra, hanno votato per noi tanti dell’Italia dei Valori, di Sinistra e Libertà, del PD, dell’UDC, del PDL, della Lega Nord e il coordinatore di Casa Pound Pier Paolo Mora. Una considerazione statistica: l’unica area politica dalla quale non abbiamo ricevuto alcuna preferenza è stata quella di “Parma Civica” che non si è esposta per nessuno… va bè, cercherò di farmene una ragione…!
Discreto il risultato della Gazzetta di Parma (210 voti), male Repubblica Parma con 10 voti (addirittura in calo visto che in questi giorni c’è stato chi gli ha ritirato il proprio voto) che si conferma essere un giornale che riesce a scaldare il cuore di qualche addetto ai lavori della politica ma con uno scarso appeal sui giovani, con tutto il rispetto per i soggetti terzi pagati dagli stessi committenti editori per attestare gli accessi ai loro siti…
Alle certificazioni a pagamento io preferisco i parmigiani che ci mettono la faccia. 

                                                                                  Andrea Marsiletti

Commenta il sondaggio su Facebook: clicca qui!