SPX, in Provincia il tavolo istituzionale

Lombatti

17/09/2009
h.13.30

Portare le parti a dialogare, è questo l’obiettivo perseguito da Provincia e Comune di Sala Baganza nella riunione del tavolo istituzionale apertosi stamattina per l’azienda SPX, multinazionale che ha una delle proprie sedi nel comune parmense e che ha inviato ieri a 45 lavoratori le lettere di mobilità.
Sappiamo che si tratta di una partita difficile e complessa – sottolineano gli assessori provinciali Pier Luigi Ferrari e Manuela Amoretti che hanno partecipato all’incontro di oggi in Provincia – lo è per la situazione congiunturale, ma anche per la natura stessa dell’impresa, una multinazionale con sedi in Francia e Germania oltre che in Italia, ma anche in Cina e Usa. Per questa ragione abbiamo chiesto di poter incontrare la proprietà europea in modo da approfondire le ragioni delle scelte che si intendono fare nel futuro”.
La SPX, conosciuta come Tecnotext, ha nello stabilimento di Sala Baganza 147 dipendenti. A mettere in discussione i posti di lavoro nello stabilimento salese non è tanto la crisi economica ma il piano di ristrutturazione elaborato dal gruppo in cui si prevede la razionalizzazione dell’organizzazione e della produzione.
Per noi è estremamente importante mantenere nel nostro territorio un impresa come questa, ad alta tecnologia con a Sala Baganza un forte nucleo di ricerca e sviluppo. E’ dunque un’impresa che dà e può continuare a dare lavoro a personale altamente specializzato e a laureati. Il nostro obiettivo è quello di mantenere qui non solo la parte della ricerca e il commerciale ma anche la produzione” – spiega il sindaco di Sala Baganza Cristina Merusi.
La Provincia ha avanzato alle parti sociali nell’incontro di oggi la proposta di individuare le modalità per riprendere un dialogo di merito e proficuo.
Ora la proposta è al vaglio delle parti il cui prossimo incontro è fissato per martedì 22 settembre.