Successo per il Job Day 2020 online dell’Università di Parma: oltre 5000 accessi

Grande successo per la prima edizione on line del tradizionale incontro di studenti e laureati con il mondo del lavoro. Il dato degli accessi ai desk virtuali ha in diversi casi superato anche 200. La Pro Rettrice Rainieri: «Di iniziative di questo tipo c’è sempre più bisogno, e l’Università di Parma c’è»

Boom di visitatori per il Job Day 2020 dell’Università di Parma. La tradizionale giornata di orientamento al lavoro e incontri con le aziende, quest’anno on line a causa dell’emergenza sanitaria, ha fatto registrare oltre 5000 accessi, che fin dall’apertura sono entrati negli spazi virtuali degli oltre 100 tra aziende ed enti partecipanti. Gli studenti e i laureati hanno avuto la possibilità di assistere alle presentazioni aziendali, di richiedere informazioni sulle posizioni offerte, di parlare con i responsabili delle aziende, di consegnare i propri CV e fissare appuntamenti per colloqui di selezione privati. Il dato degli accessi ai desk virtuali ha in diversi casi superato anche 200.

I numeri sono estremamente significativi per un’iniziativa che per la prima volta sperimentava la formula sul web.

Le aziende e gli enti presenti sono stati suddivisi in 9 settori economico-produttivi, e la giornata si è svolta in due slot orari (mattina e pomeriggio). I settori produttivi con maggiore afflusso sono stati Chimico/Farmaceutico e Food/impiantistica alimentare.

«Il risultato è andato oltre le più rosee aspettative. La partecipazione è stata veramente significativa – commenta la Pro Rettrice alla Didattica e Servizi agli studenti Sara Rainierie i riscontri che ci sono arrivati sia da parte delle aziende sia da parte di studenti e laureati sono stati molto positivi. Il successo di un’iniziativa del genere, anche in forma virtuale, testimonia che di occasioni così c’è un gran bisogno. L’Università di Parma c’è, con tutte le sue forze, per sostenere i propri studenti e laureati e accompagnarli nella delicata fase di transizione al mondo del lavoro: un’attività che con l’emergenza COVID-19 non si ferma, ma prosegue in modalità digitale e a distanza. Il mio ringraziamento va a tutti quanti hanno permesso un esito così positivo, e in Ateneo ci hanno lavorato in tanti, e in particolare alle oltre 100 aziende che in un momento così difficile hanno scelto di voler essere presenti dimostrando il positivo rapporto di collaborazione con la nostra Università. Il risultato dell’edizione 2020 del Job Day assume un rilievo ancora maggiore, in considerazione della difficile situazione che l’intero Paese e i giovani in particolare stanno vivendo».