Tarsogno-Bedonia, concordato “in bianco” Acque Minerali d’Italia spa: “Obiettivo non perdere posti di lavoro”

“Non perdere posti di lavoro e salvaguardare la continuità produttiva degli stabilimenti di Tarsogno (Comune di Tornolo) e di Masanti (Comune di Bedonia) con forti radici nel territorio emiliano romagnolo. Questo è l’obiettivo. Consapevoli che un concordato in bianco certifica una difficoltà dell’azienda ma non decreta né il fallimento né la chiusura. Abbiamo un margine di tempo per valutare insieme alla proprietà eventuali modalità con le quali l’azienda possa superare il periodo di difficoltà”.

Così l’assessore regionale allo sviluppo economico e lavoro Vincenzo Colla che si è lungamente confrontato telefonicamente con il sindaco di Bedonia Gianpaolo Serpagli in merito alla notizia della presentazione del concordato preventivo di Acque minerali d’Italia spa. La Regione ha raccolto anche la richiesta del sindaco di Bedonia di sollecitare un incontro con la proprietà.

“Da tempo abbiamo congiuntamente richiesto un tavolo di confronto. Per noi questi poli produttivi che insistono su dei territori periferici sono fondamentali per la vita delle nostre valli. Sono da sempre stati un simbolo per il nostro territorio. Ringrazio l’assessore Vincenzo Colla per essersi prontamente interessato e per tenere questo fascicolo tra le priorità della Regione”.

Entrambi si sono dichiarati costantemente al lavoro per un confronto che tenga presente quanto siano di fondamentale importanza questi stabilimenti che ad oggi impegnano una settantina di dipendenti più l’indotto che comprende anche la logistica.