Una poesia per Maria Luigia

Il 12 dicembre e’ stato l’anniversario della nascita della nostra amata duchessa Maria Luigia.

Il 20 dicembre noi abbiamo composto per lei una poesia celebrativa.

Tutti matti per la nostra amata Duchessa/
da quando arrivò lei, Parma non è più la stessa,/
qui era chiamata semplicemente Maria Luigia/
e governo’ sul Ducato senza alcuna alterigia./
Dell’Imperatore d’Austria era la figlia/
e porto’ con se’ tutta la classe della sua famiglia;/
ha avuto un primo consorte famoso ed importante/
il cui nome in Europa è tuttora ridondante,/
lui era il grande Napoleone Bonaparte/
che dopo il congresso di Vienna fu messo in disparte./
Lei grazie alla sua illustre e nobile casata/
con Parma, Piacenza e Guastalla fu ripagata/
e le trasformò in un elegante Ducato/
che da tutti fu apprezzato ed ammirato./
Anche se a Parigi viveva tra agi e sontuosità/
a Parma seppe vivere con molta più semplicità;/
al Re di Roma dette augusti natali /
sperando per lui sorti regali./
ma il destino fu avverso e feroce/
ed incontrò la morte in modo precoce./
Maria Luigia ebbe altri due figli/
ai quali dispensò cure e consigli/
al suo fianco ci furono altri due affezionati mariti/
che di importanti responsabilità furono investiti./
Dal lungo ponte sul Taro allo scenografico Teatro Regio/
commissiono’ tante belle opere utili e di gran pregio./
si impegnò molto nella prevenzione e nella lotta all’epidemia/
e demandò ad altri questioni di amministrazione e di economia,/
si interessò molto della condizione femminile/
e si preoccupò di rendere la società più civile./
Dette una casa dignitosa ai malati di mente/
e si adoperò per avvicinare la musica alla gente./
Miglioro’ diverse architetture e rinnovo’ il Palazzo Ducale/
ampliò la biblioteca Palatina e creò una pinacoteca di fama nazionale./
Siccome mantenne ogni impegno ed ogni promessa/
da tutti è ricordata come la buona Duchessa,/
in oltre trent’anni fu una sovrana illuminata/
ed ora e per sempre sarà dai parmigiani tanto amata

Elvis e Raffaele