“Verso uno Stato poco democratico e molto demagogico”

lodi_maggio24
kaleidoscopio
SanMartino
Casa Bambini

14/05/2009
h.12.50

New Sensation“, la politica vista dai ventenni e dai trentenni.
Clicca qui per leggere le finalità della rubrica. 

Già un anno fa infatti il Governo approvò un “DDL SICUREZZA”, che ora legittimamente ci domandiamo se sia servito a qualcosa oppure no, dato che meno di 12 mesi dopo se ne ripresenta un altro con stessa denominazione. Che i militari per le strade non bastino più? O forse era solo scena, dato il ripetersi dell’intervento?
La nostra generazione, cresciuta in un clima ben diverso da quello che i mezzi di informazione di massa diffondono ad ogni piè sospinto, è ormai preparata a vivere in una società multietnica, conscia del fatto che contrastare con leggi-propaganda un fenomeno mondiale vuol dire perdere in partenza.
Ed il Governo infatti ha già perso: ogni anno sarà costretto a ripresentare DDL perchè la soluzione non passa attraverso la repressione (per altro impossibile, a meno che non si introducano leggi razziali simil’33), ma attraverso altri mezzi: essere inflessibili con chi infrange le regole dell’Italia e allo stesso tempo ritornare ad essere ITALIANI, ovvero un popolo che sa cosa vuol dire emigrare ed essere emarginati e per questo dovrebbe doppiamente essere conscio delle difficoltà che queste persone incontrano.
Rispetto delle leggi e solidarietà: non razzismo e demagogia. Anche solo ipotizzare “tram per milanesi”, come qualcuno della maggioranza ha fatto, vuol dire finire dritti dritti nell’Apartheid.
Mentre il mondo va avanti, l’Italia gioiosamente si vanta di tornare al peggio del XX secolo!
La nostra generazione, e tutti i giovani democratici all’interno di essa, non si lascia abbindolare così facilmente: ecco perché rifiuta schifata norme delatorie come quella che prevede per tutti i funzionari pubblici l’OBBLIGATORIETA’ della denuncia della persona senza permesso di soggiorno(fatti salvi un paio di casi).
O ancora che impediranno il matrimonio -diritto umano sancito dalla carta dell’ONU nell’art. 16- e la registrazione delle nascite e delle morti ed il riconoscimento di figli naturali per quelle coppie dove solo anche una persona sarà “irregolare”.
Questo DDL SICUREZZA porta solo la sicurezza di trasformare l’Italia in uno Stato razzista, incartato su se stesso, preda delle proprie paure e che mostra in modo evidente come il Governo non abbia la benchè minima idea di un progetto a lunga scadenza.
Impegnato a inseguire la cronaca, non costruisce nessun percorso: per questo prima o poi queste politiche estemporanee (se di politica si può parlare, ci sembrano più decisioni compulsive) si volgeranno contro lo stesso Governo, e ovviamente contro noi Italiani.
Perfino la Maggioranza è conscia della tristezza di questo DDL, e non potendo rischiare figuracce, il Governo pone la fiducia per l’ennesima volta, umiliando così il Parlamento (e di conseguenza noi cittadini, che abbiamo consegnato un mandato popolare ai parlamentari e non al Governo).
Noi non dimentichiamo da dove veniamo, e quali sono i veri valori di questo Repubblica.
La nostra generazione non è a loro immagine e somiglianza: siamo contro il DDL SICUREZZA perchè razzista, miope, inefficace e demagogico.
Tutto il contrario di quel che servirebbe oggi all’Italia.

Generazione Democratica di Parma

kaleidoscopio
lodi_maggio24
Casa Bambini
SanMartino