Vigatto, si spaccia per carabiniere in tabaccheria e fa una ricarica del telefonino senza pagare: denunciato

I Carabinieri della stazione di Vigatto, hanno denunciato in stato di libertà, un 28 enne campano poiché ritenuto responsabile del reato di truffa e sostituzione di persona.

Alcuni mesi fa, la titolare di una tabaccheria sita nella prima periferia di Parma, ha sporto denuncia presso i Carabinieri di Vigatto, riferendo di aver ricevuto sull’utenza del suo negozio, da parte di un soggetto spacciatosi come Carabiniere, la richiesta di effettuare una ricarica di 50,00 Euro sul cellulare, rassicurandola che da lì a poco sarebbe passato a pagare.

 

† Terra Santa 10 – Il “velo di Veronica”, un’altra stella femminile che brilla nella cristianità (di Andrea Marsiletti)

 

La donna, rassicurata dalle “referenze” fornite dall’uomo, ha effettuato la ricarica ed è rimasta in attesa del pagamento. Dopo alcuni giorni però, non essendosi presentato nessun Carabiniere a pagare la ricarica, la parte offesa si rendeva conto di essere stata truffata e denunciava tutto ai Carabinieri di Vigatto.

I Carabinieri hanno immediatamente iniziato le indagini e in breve tempo sono risaliti all’utenza che aveva contattato la tabaccheria ed al suo reale utilizzatore, un 28 enne campano con numerose segnalazioni di polizia per retai analoghi e compiuti con lo stesso “modus operandi”, su tutto il territorio nazionale.

Dopo aver acquisito inconfutabili elementi probatori a carico dell’uomo, i Carabinieri lo hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Parma perché ritenuto responsabile del reta di truffa e sostituzione di persona.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma