Villani: “Sulla Provincia notizie preoccupanti”

steam1121

27/01/2009
h.17.10

Pubblichiamo l’intervento del consigliere regionale Luigi Villani (Pdl) che riprende le notizie riportate dal nostro quotidiano.
 
“Stanno emergendo notizie sempre più preoccupanti su come la Provincia di Parma ha assegnato contributi pubblici a enti privati nei quali esponenti della stessa amministrazione provinciale o incaricati dalla medesima hanno ruoli importanti di presidente o vice presidente.
Sono fatti che legittimano il dubbi su una gestione dei soldi dei contribuenti da parte di questa Amministrazione provinciale non certo conforme al principio di imparzialità cui dovrebbero attenersi tutti gli atti di una pubblica amministrazione”. Questo il commento del Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Luigi Giuseppe Villani, su quanto sta emergendo riguardo a contributi erogati dalla Provincia di Parma ad alcune associazioni.
Il Consigliere regionale di Forza Italia – PDL ha peraltro già presentato una interrogazione in regione su come 220.000 € rientranti nei fondi regionali per la formazione professionale siano stati assegnati alla società IRS di cui è Vice Presidente Giancarlo Vecchi componente del Nucleo Valutazione Dirigenti della stessa Provincia di Parma.
L’ultima notizia riguardo a contributi provinciali inopportuni è relativa a quello di 330.000 € erogato nel 2004 al Consorzio Comunalie Parmensi presieduto dallo stesso Vice Presidente della Provincia, Pierluigi Ferrari. Su questa vicenda ha presentato una interrogazione in Consiglio provinciale Gianluca Armellini capogruppo di Forza Italia – PDL. Nell’atto ispettivo si sottolinea peraltro che il contributo è stato erogato senza che al riguardo fosse indetta una gara d‘appalto e che nella suddetta deliberazione non è indicato il motivo per cui tale procedura che garantisce l’imparzialità di un atto della pubblica amministrazione è stata in questa occasione esclusa.
Armellini rivolge quindi due domande a Presidente e Giunta provinciale: per quale motivo non fu indetta la gara d’appalto e se la sua esclusione era legittima ai sensi delle leggi allora in vigore per i contratti pubblici relativi all’affidamento a privati di lavori, servizi e forniture e se fu adeguatamente considerata l’opportunità politica e amministrativa di attribuire un così lauto contributo ad un ente privato presieduto da un suo stesso membro quale è il Vice Presidente Pierluigi Ferrari.