Vivere da Drag Queen: Aldo Piazza (in arte Ape Regina) si racconta

Quasi parmigiani

Quasi Parmigiani su RadiorEvolution arriva alla decima puntata e ha come ospite Aldo Piazza, dj, comico, showman, soubrette, ma soprattutto una delle drag queen più famose d’Italia (la seconda più famosa, secondo un recente sondaggio posto dal sito Queensistersshow.org) con il nome d’arte di Ape Regina. Noto al grande pubblico per la parodia di Mara Maionchi al “Chiambretti Night”. Carriera che inizia a Parma, sua città natale, come dj nei locali.

“Sono molto legato a Parma, l’ho sempre amata e, lavorando spesso fuori, mi è sempre piaciuto tornarci. Volevo renderla la base del mio lavoro e fortunatamente ci sono riuscito”. Un legame che talvolta l’ha anche ‘frenato’ dallo spiccare il volo. “Come ha detto anche Platinette (ospite della sesta puntata di Quasi Parmigiani, ndr) tempo fa, io sono sempre stato tanto legato alla mia città e non ho avuto il coraggio di guardare oltre. Adesso sono un po’ cambiato, e quel coraggio che mi è mancato anni fa adesso l’avrei senza dubbio, ho voglia di espandermi”.

Poi, un appunto sulla Parma di adesso:” La città come la conoscevo io è cambiata, non esiste praticamente più la movida. Io ricordo di quando ero un ragazzo e negli anni ’80 c’era un fermento di locali e novità che adesso non c’è più.”

Collaborazione importantissima nella carriera di Aldo Piazza è stata senza dubbio quella con Piero Chiambretti che racconta: “Iniziò tutto quando lui fece un provino per cercare una drag queen per il programma ‘Markette’ in onda su La7. Io lo facevo già da tempo, così decisi di andare e lui fra 18 candidati scelse me”. Poi, nasce l’imitazione di Mara Maionchi: ”Quando registrai l’ultima stagione di Markette, Mara era appena stata scelta come giudice di X-factor, ma era molto conosciuta nel campo della musica già da tempo prima. Un giorno nei camerini misi una parrucca e iniziai a imitarla per gioco, Piero Chiambretti mi sentì e decise di portare il mio personaggio a quello che poi divenne il Chiambretti Night in onda sulle reti Mediaset”. Piazza racconta anche del suo rapporto con la produttrice discografica e del ruolo che ha avuto nella sua carriera. “Mara mi ha aiutato a diventare popolare in tutta Italia. Con lei ho stretto una bella amicizia, ricordo quando due anni fa abbiamo fatto una serata in cui io vestito da lei la intervistavo.”

Arriva anche la prima esperienza da direttore artistico con il primo festival Drag Queen dedicato alle Comedy Queen, le ‘regine della comicità’, che si è tenuto domenica 31 marzo proprio a Parma. “È stato un grande successo ed era un sogno che avevo da tanti anni. Oggi, con l’avvento delle Drag americane, hanno iniziato soltanto a ballare. Io invece credo che il nostro ruolo sia principalmente quello di intrattenere e saper fare all’occorrenza un po’ di tutto, come me che, negli anni, ho affinato tanto le mie abilità. Per questo ho voluto creare un festival solo per Drag comiche, appunto. Ho scritto e diretto anche tre commedie teatrali, anche se purtroppo nel mondo del teatro c’è ancora un po’ di diffidenza nei confronti di questo tipo di spettacoli.”

Andrea Coppola in conclusione, nella rubrica “dillo allo gnomo”, ricorda un aneddoto divertente e curioso di quando Aldo era piccolo e la maestra lo scelse nel personaggio di una mamma in una recita scolastica. “È stata una cosa terribilmente trash, avevo pure addosso il vestito della comunione di mia sorella”.

Daniele Gippetto