“Welcome Day” all’Università di Parma: presentati i servizi dedicati agli studenti in mobilità internazionale

Si è svolto ieri pomeriggio il consueto Welcome Day dell’Università di Parma (secondo semestre) organizzato insieme al Conservatorio Arrigo Boito: all’incontro 350 studentesse e studenti in scambio che hanno scelto Parma come destinazione per la loro esperienza di mobilità.

L’evento ha rappresentato l’occasione per presentare i servizi e le opportunità ad hoc predisposti per studenti e studentesse in scambio a Parma con progetti di mobilità internazionale, sia nell’ambito dei Programmi Erasmus+ che Overworld, il programma interamente finanziato dell’Università di Parma per gli scambi con Paesi Extra Europei.

Durante i saluti istituzionali, Maria Cecilia Mancini, Pro Rettrice alle Relazioni internazionali e alla mobilità, ha spronato studenti e studentesse a vivere appieno la loro esperienza, creando il loro futuro attraverso la propria volontà. Successivamente è intervenuta, per il Comune di Parma, l’Assessora alla Rigenerazione Urbana Chiara Vernizzi, che ha illustrato i punti di forza della città e le strette sinergie con l’Ateneo.  Quindi è seguito l’intervento di Ilaria Zanotti, Delegata del Rettore al Programma Erasmus+ e mobilità, che ha fornito informazioni sulle figure di riferimento evidenziando inoltre il trend positivo riguardo sia al numero di studentesse e studenti in scambio che al numero di Paesi coinvolti.

 

† Qualche giorno fa mi è apparso un angelo. Si chiama Giulia (di Andrea Marsiletti)

 

La UO Internazionalizzazione ha quindi dettagliato le procedure amministrative necessarie, ha inoltre informato studentesse e studenti delle opportunità offerte grazie all’Alleanza EU GREEN e spiegato il progetto Ambassador (uno degli obiettivi del programma Erasmus+), che coinvolge direttamente gli studenti e le studentesse incoming Erasmus+ e Overworld: saranno loro gli “ambasciatori per un giorno” della loro Università di provenienza, nei confronti dei ragazzi e delle ragazze di Parma che hanno intenzione di partecipare ai prossimi bandi di mobilità.

Un intermezzo musicale al Welcome Day è stato proposto dal Conservatorio Arrigo Boito, che partecipa al programma Erasmus+, con il quartetto di violoncelli composto da Arianna Lo Vetere, Arianna Turrà, Zhou Yining ed Eleonora Mascia.

Il Centro Accoglienza e Inclusione e il Sistema Bibliotecario di Ateneo hanno descritto le loro molteplici attività, così come Informagiovani, Infomobility e Crédit Agricole, partner dell’Ateneo per la Student Card.Il CUS Parma è intervenuto parlando di sport, impianti sportivi disponibili e corsi, rispondendo ad una delle esigenze più sentite dalle studentesse e dagli studenti in scambio.

Per l’Erasmus Student Network – ESN-ASSI Parma era presente Marco Comotti, National Representative ESN Italia, che ha focalizzato il suo intervento sul percorso di crescita personale legato all’esperienza Erasmus. Il team di Parma ha descritto le numerose iniziative programmate dall’associazione per tutte le studentesse e tutti gli studenti ospiti dell’Università.

lombatti_mar24