Anche a Parma la proposta di legge di iniziativa popolare per “l’introduzione dell’insegnamento di educazione alla cittadinanza”

comunali2022
Lombatti

Per introdurre un’ora settimanale di educazione alla cittadinanza nei piani di studio delle scuole italiane occorrono 50.000 firme.

L’educazione civica viene proposta come materia autonoma, con voto, nei curricula scolastici delle scuole di ogni ordine e grado, come strumento per coltivare senso di appartenenza alla comunità, per insegnare il valore della responsabilità e della memoria attraverso lo studio della Costituzione, dei diritti umani, di elementi di educazione alla legalità, all’educazione all’ambiente, all’educazione alimentare e digitale. Per sei mesi (dal 20 luglio) sarà attiva la campagna di raccolta di adesioni a questa proposta di legge, partita da Firenze, dal Sindaco Nardella, che è già stata condivisa da molti Sindaci, sostenuta da Anci e depositata in Corte di Cassazione.

Nella sala antistante la Sala Consiglio, questo pomeriggio, il Sindaco Federico Pizzarotti, l’assessora alla Scuola e Servizi Educativi Ines Seletti e molti Consiglieri Comunali, hanno aderito alla proposta firmando l’apposito modulo prima dell’inizio del Consiglio Comunale.

Per i cittadini che volessero sostenere questa iniziativa la modulistica è a disposizione presso gli sportelli del Duc durante i normali orari di apertura (lunedì e giovedì orario continuato 8,15-17,30; martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 8,15 alle 13,30 ).

valparmahospital