Gambarini (Cambiamo!): “Il centrosinistra di Parma tenuto insieme solo dal desiderio di poltrone”

Dal riformismo pseudoliberale ai nostalgici del dirigismo bolognese.

La costituenda coalizione che si appresta a sostenere l’attuale assessore Michele Guerra come candidato sindaco del centrosinistra e dei pizzarottiani comprende per davvero tutto ed il contrario di tutto.

Il desiderio di potere è l’unico collante che può mettere insieme sigle politiche che fino a 5 minuti fa erano contrapposte e su alcuni tempo importanti hanno espresso posizioni opposte. Cambieranno idea immediatamente?

Facciamo un paio di esempi concreti. Sulla Tirreno Brennero, opera di fondamentale importanza, i Verdi, + Europa e Italia Viva la pensano allo stesso modo? E sul tema “no cargo” il Pd ha una posizione ma i Verdi e Italia Viva hanno la stessa visione? Noi ricordiamo posizione diametralmente opposte, come le concilieranno? E che dire, infine, del teatro Regio? Come si può mettere insieme chi lo vuole svendere a Bologna con chi, almeno a parole, diceva di volerlo salvaguardare?

Più passa il tempo e più questa coalizione ci sembra una miscela impazzita con la bava alla bocca tenuta insieme dal desiderio di occupare più poltrone possibili.

Francesca Gambarini
Coordinatore regionale Cambiamo!

cioccolato