I mercoledì di Artlab per il Kurdistan il 2 dicembre

I Mercoledì di artlab per il Kurdistan…

DA KOBANE A CIZRE: DALLA RESISTENZA ALL’AUTOGOVERNO

ORE 18 PROIEZIONE DOCUMENTARIO
• CIZRE’DE KATLIAM VAR – IL MASSACRO DI CIZRE di Luigi D’Alife (17′ – Anno 2015)

DIBATTITO SULLA QUESTIONE CURDA con:
• LUIGI D’ALIFE autore del documentario
• ARIANNA MESSINA Generiot
• PIETRO GONNELLA Mezza Luna Rossa Curda Parma

a seguire
APERITIVO CURDO

e concerto con:
ALE Iranian Acoustic session
EMILY Collettivo musicale

A partire dai fatti di Cizre (città assediata dall’esercito Turco per 9 giorni dove sono state uccise 28 persone) ripercorriamo a ritroso gli ultimi mesi in Turchia per ricostruire la situazione del Kurdistan Bakur. Gli ultimi 5 mesi hanno visto la Turchia sprofondare indietro di 20 anni; a partire dalle elezioni del 7 Giugno il piccolo sultano Erdogan ha iniziato un durissimo attacco contro la popolazione Curda e l’HDP (partito dei popoli democratici). Da una parte gli arresti contro i militanti del partito, i sindaci rimossi dall’incarico, le sedi attaccate,bruciate, le bombe in piazza. Dall’altra terrorismo di Stato contro la popolazione curda nel sud-est del paese con decine di città sottoposte a coprifuoco in seguito alle dichiarazioni di autogoverno, centinaia di civili uccisi, i diritti umani calpestati ed un massacro che avviene nel silenzio complice degli alleati occidentali e che sembra non avere fine.
Le dichiarazioni di autogoverno, l’applicazione del confederalismo democratico nelle municipalità Curde, la guerra interna, le elezioni del 1° Novembre e le prospettive dopo il voto.
Dal Rojava al Bakur sosteniamo il progetto di autogoverno e autonomia democratica contro il terrore dei Daesh e dello Stato Turco.
Si parlerà inoltre dell’importanza delle denne curde nella lotta contro l’Isis e contro ogni forma di patriarcato e privazione delle libertà. Oggi queste combattenti e la loro detrminazione rappresentano una forma di resistenza ma soprattutto di emancipazione delle donne e per questo crediamo che “La liberazione delle donne sia la liberazione della società”.

Cizre, estremo sud-est della Turchia. Il 4 Settembre 2015 un provvedimento del governatore di Sirnak dichiara lo stato di emergenza, un coprifuoco di 24 ore su 24 viene imposto a tutta la popolazione. Nessuno può uscire di casa, l’ospedale viene chiuso così come tutte le attività commerciali. Non c’è acqua ne corrente elettrica, i cellulari non funzionano, Cizre è isolata dal Mondo. Comincia l’assedio.
La cronaca di quanto accaduto nei 9 giorni di coprifuoco raccontata direttamente dagli abitanti di Cizre. Un viaggio per le strade dei quartieri dove si sono consumate gravissime violazioni dei diritti umani nell’attacco lanciato dall’esercito Turco contro uomini, donne e bambini che ha provocato 28 morti ed oltre 100 feriti.

Art Lab è in Borgo Tanzi 26 a Parma.

 

cioccolato