Raccontare ai bambini i pericoli della rete attraverso le favole. Presentazione del libro di Christian Stocchi

Un saggio per educare bambini e ragazzi al corretto uso di internet, prevenendo cyberbullismo, dipendenze e altri pericoli della rete. Lo firma il colornese Christian Stocchi che si rivolge a genitori, nonni, insegnanti ed educatori in generale.

La presentazione del libro è programmata per venerdì 8 febbraio alle 18, alla libreria Feltrinelli di via Farini. Interverrà, insieme all’autore, il dirigente scolastico Pier Paolo Eramo.

Il titolo del saggio, pubblicato da Rizzoli nella collana Parenting della BUR, è già evocativo del metodo utilizzato: “Il lupo furbo e il cavallino bullo. Raccontare ai bambini i pericoli della rete attraverso le favole”. Un metodo ideato e definito attraverso un rigoroso percorso di ricerca e presentato, per la prima volta, alla Notte Europea dei Ricercatori 2017. Questo libro nasce anche dall’esperienza sul campo: con i suoi libri per ragazzi (“Favole in wi-fi” e “Favole dell’ABC”, editi da Einaudi) Stocchi ha incontrato, negli ultimi due anni, circa seimila studenti di diverse città italiane. A Parma è in corso il progetto “Socializziamo? Percorsi didattici sui social network”, finanziato da Fondazione Cariparma e Chiesi Farmaceutici, che coinvolge 15 scuole della città (primaria e secondaria di primo grado): capofila l’istituto comprensivo Montebelllo. Ottimi i riscontri avuti sul campo da docenti e insegnanti.

Semplice la risposta: occorre . Del resto, dal cyberbullismo alle dipendenze digitali, i pericoli sul web sono molteplici. Perché il lupo è diventato lupo 2.0, ma non per questo è meno pericoloso. Perciò risultano particolarmente utili i suggerimenti, gli studi citati e le favole proposte agli adulti nel libro di Stocchi, perché diventino una preziosa guida nel loro impegno all’educazione digitale dei giovanissimi. A.M.