Great Greta! Anche a Parma è sciopero globale per il clima. Di Patria (EP): “Scuole e istituzioni sostengano questi giovani”

Questa mattina anche Parma si è unita al grido del “Friday for future”. Il 15 Marzo 2019 diventa un giorno speciale, il giorno dello sciopero “globale” per il clima da parte degli studenti che manifestano oggi per portare all’attenzione del mondo i problemi legati al cambiamento climatico, a seguito dell’appello di Greta Thunberg, la 16enne svedese che con coraggio e determinazione ogni venerdì ha portato avanti la sua protesta, convinta che “non si è mai troppo piccoli, per fare la differenza”.

“E’ stupefacente l’entusiasmo cresciuto di settimana in settimana in moltissime città – commenta Cristina Di Patria, insegnante e consigliera comunale di Effetto Parma – che è nato in modo spontaneo e consapevole da parte soprattutto dei giovani che chiedono a tutte le istituzioni di porre al centro dell’agenda politica le tematiche ambientali e di prendere ora decisioni importanti e coraggiose”.

“Oggi è il loro sciopero e ne devono essere i protagonisti. – continua Di Patria – L’intera comunità adulta, che finora ha anteposto altre priorità all’ambiente o non se ne è occupata in modo efficace, deve porsi in ascolto e iniziare a dare qualche segnale concreto, accogliendo le loro istanze. Si può e si deve fare insieme.

Tra le istituzioni, la scuola vanta davvero un ruolo importante e privilegiato. Tutte le iniziative fiorite in queste ore nelle aule dimostrano che ci sono una sensibilità e una voglia di conoscenza dell’argomento che meritano di essere coltivate. Le lezioni all’aperto in quartiere, i dibattiti, le ricerche, i piedibus per scoprire che è bello ed ecologico andare a scuola a piedi insieme, la pulizia dei cortili e delle aule, gli approfondimenti interdisciplinari contribuiscono a formare cittadini attivi e responsabili, che conoscendo il proprio ambiente, lo rispettano e se prendono cura.

Da oggi, grazie a questa pacifica rivoluzione green è possibile sperare che la società finalmente cambi, cominciando a porre rimedio al cambiamento climatico. Gret Greta!”.

Effetto Parma si unisce all’appello che muove questo importante sciopero che parte dal basso e dai giovani. L’amministrazione della nostra città si è già posta importanti obiettivi sia nella mobilità sostenibile che nell’efficientamento energetico degli edifici pubblici, ma il cambiamento deve partire anche dalle politiche nazionali e mondiali, oltre che dalla quotidianità di ognuno di noi. E’ un percorso difficile, ma va affrontato tutti insieme e la nostra maggiore speranza sono le nuove generazioni di cittadini consapevoli.

CM2000