Esposto di Forza Nuova contro Pizzarotti per la “mozione antifascista”. Il sindaco: “La loro denuncia è una mia medaglia al valore”

“Saremo di fronte al tribunale di Parma, per denunciare il sindaco Pizzarotti e il consiglio comunale responsabili di aver bloccato con il pretesto della ” mozione antifascista” , il nostro pieno diritto di manifestare nelle piazze della nostra città, negando al movimento politico Forza Nuova la concessione del suolo pubblico, per la diffusione di idee politiche “, afferma il segretario provinciale della sezione di Parma, Stefano Cirella.

“Un sopruso, un attentato alle nostre libertà costituzionali “, fa sapere il leader di Forza Nuova Roberto Fiore. “Non siamo disposti a lasciar correre una prepotenza politica di tal genere. Forza Nuova che in questi giorni sta procedendo contro oltre 100 quotidiani per una serie di fake clamorosi sul caso Segre non lascerà nulla di intentato per difendere le proprie libertà politiche e si opporrà alla creazione di una lex iniqua che vuole sostituire Zuckemberg ai giudici o i consiglieri comunali alle giurie”.

Pronta la replica di Pizzarotti: “Forza Nuova mi ha appena denunciato perché a #Parma, per utilizzare sale pubbliche, bisogna dichiararsi per la Costituzione italiana e dirsi antifascisti.
Loro si rifiutano, evidentemente perché sono orgogliosi di essere fascisti. Ma non a Parma, Medaglia d’oro alla Resistenza, finché sarò il sindaco.
Per me la denuncia di Forza Nuova è una medaglia al valore. Non un passo indietro.”