A Busseto, i giardini del monumento a Verdi sarannno dedicati a Pierluigi Petrobelli e agli Studiosi Verdiani

A Busseto, con una cerimonia che si terrà domenica 13 settembre alle 17.30, il giardino della rocca sarà intitolato a Pierluigi Petrobelli e agli Studiosi Verdiani.

“Verdi – dice Giancarlo Contini, sindaco di Busseto – fu tanto grande come artista quanto “intenso” nelle vicende e nelle scelte della sua vita. Nel rapporto con la famiglia, con le donne, con i suoi “padri”, con gli artisti, con gli altri compositori, con la letteratura, con i suoi contadini e i suoi campi, con la politica ed il potere, con gli idealisti risorgimentali, il pericolo, le opportunità, le pulsioni. Verdi fu subito popolare perché fu facile immedesimarsi nell’autore, nell’uomo, nei suoi pregi come nelle sue debolezze”.

“La musica di Verdi, come l’opera di tutti i geni, travalica i confini dello spazio e del tempo: fonte inesauribile di emozioni, creatività e saggezza. Siamo abituati ad acclamare gli interpreti che, nei teatri dai grandi colonnati, fanno riviere ad ogni recita, ad ogni concerto, la grandezza di Verdi. E’ giusto, però, riconoscere il lavoro, altrettanto prezioso, di studiosi che da sempre scavano nella vita e nell’opera del Maestro ricordandoci la profondità dell’arte, le intuizioni straordinarie, la comprensione dell’animo umano che resero la sua arte immediatamente popolare”.

“Per questo – continua Contini – il Comune di Busseto ha deciso di intitolare agli Studiosi Verdiani e a Pierluigi Petrobelli, che di questi è stato per tutta la vita tra i più grandi esempi per dedizione e competenza, profondità di indagine e generosità, i giardini ai piedi del monumento che troneggia nella piazza centrale del borgo”.

Nel raggiungere il Teatro Verdi, nella Rocca di Busseto, bisognerà quindi attraversare i giardini intitolati a chi ha fatto dello studio della vita e dell’arte di Giuseppe Verdi la propria missione. Alla cerimonia di intitolazione sarà presente il prof. Alessandro Roccatagliati, Direttore del Comitato Scientifico, Istituto Nazionale di Studi Verdiani.