A Monticelli si inaugura il rinnovato Spazio Giovani “AIR JAM” con la consegna della Costituzione ai neo diciottenni

Carbognani
Lombatti

Spazi più grandi e confortevoli, con arredamenti rinnovati, nuovi giochi e strumenti multimediali, per impiegare in modo divertente e costruttivo il tempo libero dei ragazzi e delle ragazze tra gli 11 e i 25 anni, con un’attenzione particolare ai temi della sostenibilità ambientale.

AIR JAM, lo Spazio giovani di Monticelli Terme, si è rifatto il look e verrà inaugurato nella sua nuova sede, al piano terra con ingresso sul retro del Centro Polivalente di via Marconi 13/bis, alle 17.30 di giovedì 2 giugno. Una scelta, quella della Festa della Repubblica, tutt’altro che casuale, perché in quell’occasione il sindaco e presidente dell’Unione Pedemontana, Daniele Friggeri, consegnerà una copia della Costituzione ai neodiciottenni di Montechiarugolo, sottolineando così l’importanza dell’ingresso nella maggiore età, che prevede nuovi diritti e doveri, definiti nella legge fondamentale della Repubblica italiana che regola il nostro vivere civile.

Insieme a Friggeri interverranno il vicesindaco con delega all’Europa, ai Servizi educativi e Scolastici, Laura Scalvenzi, l’assessore alle Politiche giovanili, Francesca Tonelli, e Federico Manfredi, responsabile dell’Area Minori e Famiglie di Pedemontana Sociale, l’azienda del Welfare che gestisce per conto dei Comuni dell’Unione i centri giovani attraverso la cooperativa Auroradomus, per la quale sarà presente la responsabile del Settore Giovani Claudia Cattani.

Terminata la consegna della Costituzione, sarà il momento del taglio del nastro e, a seguire, verrà presentato il progetto internazionale “PrendiAMOci cura del nostro Ambiente”. A illustrarlo interverrà Milo Adami, il presidente dell’associazione cinematografica 24 FPS al quale è stato affidato il ruolo di coordinatore. “PrendiAMOci cura del nostro Ambiente”, che partecipa al bando regionale che eroga contributi per la realizzazione di progetti internazionali, impegnerà i giovani di AIR JAM in diverse attività dedicate al tema della sostenibilità ambientale insieme ai loro coetanei di Libourne, cittadina francese della Nuova Aquitania, con cui Montechiarugolo sta ultimando il percorso per stringere un gemellaggio. In particolare, si tratteranno i temi dell’Agenda 2030, della transizione ecologica e digitale, attraverso la realizzazione, ad esempio, di una rassegna cinematografica sui temi del cambiamento climatico e dei rifiuti, un laboratorio di riciclo creativo, una mostra fotografica e la produzione di reels, video brevi da diffondere sui canali social, inerenti sempre alla salvaguardia dell’ambiente.

«Quest’anno celebriamo la Festa della Repubblica con la consegna delle Costituzioni ai nostri neo-diciottenni e l’Inaugurazione del nuovo Air Jam, con l’obiettivo di coinvolgere sempre di più i giovani, che con le loro capacità ed il loro entusiasmo, sono parte integrante e fondamentale per lo sviluppo della nostra comunità – sottolinea Friggeri –. Nelle varie fasi di realizzazione di questo Spazio abbiamo infatti deciso di coinvolgere da subito ragazze e ragazzi che frequentano il nostro Centro Giovani, per esempio nel scegliere gli arredi e le disposizioni, perché il compito delle amministrazioni è creare percorsi inclusivi, in grado di coinvolgere maggiormente le diverse fasce d’età nella gestione e nella cura di questi ed altri spazi comuni. Andiamo avanti insieme sia nel riqualificare il nostro Polivalente ed un altro tassello lo mettiamo con questo nuovo Spazio, interventi che inevitabilmente devono essere accompagnati da un rispetto ed una consapevolezza dei nostri luoghi, che sono ed appartengono a tutti e che dobbiamo sentire nostri e preservare in quanto generatori di aggregazione, confronto, idee».

«Finalmente inauguriamo questo nuovo Spazio giovani, un locale idoneo per ragazze e ragazzi, ampio, funzionale, affacciato sul cortile del nostro Centro Polivalente – afferma l’assessore Tonelli –. Un luogo rinnovato, uno spazio aperto a tutti, che vorremmo diventasse punto di riferimento sia per i giovani che già lo frequentano, sia per altre realtà del nostro territorio. Nel riprogettare questo luogo insieme ai ragazzi, abbiamo voluto dare particolare attenzione al riuso e riciclo, temi che i ragazzi svilupperanno anche durante le attività annuali. Ringrazio l’Azienda Pedemontana Sociale e gli educatori di Auroradomus, che continueranno questo importante percorso, con diverse progettualità per sviluppare le naturali attitudini dei ragazzi, attraverso la creatività e l’apprendimento, per stare insieme e divertirsi insieme. Quest’anno ci saranno nuovi progetti in cui, per esempio, i  ragazzi del Centro Giovani  si prenderanno cura del verde circostante anche insieme anche al Gruppo Scout Val D’Enza 1 e nel corso dell’anno realizzeranno un progetto di Street Art proprio in questo edificio, un percorso di crescita e condivisione che continua».

«Abbiamo deciso di unire giovani di diverse fasce d’età, dedicando loro questa importante celebrazione nazionale, avendo ben in mente l’Articolo 9 della nostra Costituzione, che quest’anno inserisce finalmente il tema della biodiversità, e che in questa occasione consegniamo ai nostri giovani neo-diciottenni – spiega il vicesindaco Scalvenzi –. Ci sembrava opportuno festeggiare questo 2 giugno con il lancio di nuovi progetti di valorizzazione, tutela e cura del territorio, per favorire lo sviluppo e la consapevolezza tra le nuove generazioni di questi importantissimi temi dell’Agenda 20-30. Quest’anno in Europa si celebra proprio l’Anno dei Giovani e noi a Montechiarugolo abbiamo colto l’occasione per sviluppare un nuovo progetto dedicato alla cultura ed alla sostenibilità, in collaborazione con l’Associazione 24 FPS, che ringrazio, e che verrà realizzato tra i nostri giovani e quelli dell’Espace De Jeunes della comunità di aggregazione Libournese, La Cali, di cui fa parte anche Libourne, la cittadina europea con cui stiamo stringendo un gemellaggio. Dunque, i giovani al centro, perché loro sono la spina dorsale del nostro presente e futuro, con loro vogliamo costruire comunità più inclusive, sostenibili, partecipate».