Appello ai cittadini, alla società civile e ai leader politica: camminata per la pace anche a Parma

Casa Bambini
lodi_maggio24
kaleidoscopio
SanMartino

Dall’ “Appello ai cittadini, alla società civile e ai leader politici” lanciato da Michele Santoro, sottoscritto da moltissime personalità (Alessandro Barbero, Massimo Cacciari, Ascanio Celestini, Luigi De Magistris, Elio Germano, Mimmo Lucano, Tomaso Montanari, Moni Ovadia, Carlo Rovelli, Alex Zanotelli, ecc) e da un numero enorme di associazioni e di cittadini, è nata l’idea di una Staffetta dell’Umanità per la pace, da tenersi domenica 7 maggio, una camminata che unisca in contemporanea tutte le regioni italiane. A partire da Aosta, da Bolzano, da Trieste e fino a Lampedusa.

Per dire no alla logica della guerra, all’invio di armi, alla escalation verso l’uso di armi sempre più potenti e terribili. Per chiedere che siano avviate subito le trattative per la pace. Affinché il nostro torni ad essere un Paese pacifista e non ruota di scorta di guerre.

La Casa della pace di Parma ha ricevuto l’incarico organizzare, nel Parmense, il tratto del percorso che a partire da Cella di Medesano toccherà Medesano, Felegara, Ramiola, Fornovo, Respiccio, Sivizzano, Bardone, Terenzo e raggiungerà Castello di Casola. I marciatori, in tanti si sono già prenotati, partiranno alle ore 12 di domenica, portandosi la bandiera della pace.

Per altre persone che desiderino unirsi al percorso proponiamo due punti di aggregazione nella mattinata del 7 maggio: alle ore 10,15 a Cella di Medesano (Chiesa) e sempre alle ore 10,15 a Fornovo (Duomo).

Casa Bambini
lodi_maggio24
kaleidoscopio
SanMartino