AUSL e Ente Nazionale Sordi di Parma, collaborazione al via

Lombatti

Consentire alle persone sorde di attivare il fascicolo sanitario elettronico (FSE), direttamente nella sede di viale Piacenza dell’ENS – Ente Nazionale Sordi. E’ con questo obiettivo che è iniziata la collaborazione tra l’Azienda USL e l’ENS di Parma.

Nei giorni scorsi, Gianfranco Bertè, referente per il FSE dell’AUSL ha presentato ad un nutrito gruppo di soci della sezione provinciale di Parma dell’ENS, tutti i vantaggi che comporta l’utilizzo del fascicolo sanitario elettronico: dalla prenotazione di visite ed esami specialistici, al ricevimento dei relativi referti, al pagamento del ticket e tanto altro ancora. Un modo semplice e pratico per avere a portata di mano – o meglio di click – la propria documentazione sanitaria e renderla disponibile al proprio medico. Uno strumento che evita inutili spostamenti ed eventuali attese agli sportelli.

L’incontro è stato costruttivo ed ha aperto alla possibilità di ulteriori collaborazioni e impegni tra l’Azienda USL e ENS finalizzate a favorire la conoscenza e la massima diffusione dell’utilizzo del FSE anche per questa tipologia di cittadini: il FSE infatti consente il superamento delle significative barriere linguistiche che troppo spesso limitano l’autonomia delle persone sorde, favorendone una reale autonomia, tanto più importante quando abbiamo a che fare con le procedure amministrative connesse con i nostri bisogni di salute.

Altre collaborazioni come questa sono in via di definizione con altri Enti e Associazioni, per aggiungersi alle tante già operative a Parma e provincia, tutte finalizzate a facilitare i cittadini all’attivazione del FSE in numerose sedi, non solo sanitarie. Ad oggi, sono oltre 53.000 le persone che utilizzano questo strumento nel nostro territorio.

Maggiori informazioni sui vantaggi del FSE sono disponibili nel sito www.ausl.pr.it.