“Bene la vittoria di Errani ma…”

Lombatti

30/03/2010
h.15.00

Indubbiamente va registrato, anche nella nostra provincia, un aumento impressionante dell’astensionismo: segno della sfiducia nei confronti della politica proprio in una terra in cui, nel passato, la politica ha saputo essere uno strumento di crescita, di emancipazione e di lotta.
E’ un segnale molto netto, come pure il successo del movimento di Beppe Grillo, che la coalizione di centrosinistra – che ha vinto in Emilia-Romagna in ogni caso con un margine ampio – deve cogliere e su cui deve mettere in campo nei prossimi anni risposte e politiche chiare. O si tradurranno in fatti gli impegni programmatici assunti contro la crisi, mettendo in campo uno sforzo e un salto di qualità su questo fronte, e contro gli sprechi o si consolideranno nei prossimi anni il distacco e il disgusto nei confronti della politica.
L’astensionismo è un nemico della ricostruzione di una politica diversa quanto lo sono le forze della destra, che qui hanno colto un risultato comunque deludente. Preoccupa, però, il successo della Lega, sintomo preoccupante di un malcontento che si sta canalizzando verso una reazione di stampo razzista.
La Federazione della Sinistra, pur nella difficoltà e nell’oscuramento mediatico, a fronte delle elezioni europee e delle ultime amministrative, migliora il risultato aumentando di quasi il 20% i consensi e sfiorando l’elezione del consigliere in Regione, confermandosi la forza a sinistra più credibile: è per noi un punto di partenza per proseguire il nostro lavoro, basato sulla costruzione del radicamento sociale e per unire la sinistra che non abbassa la testa e di alternativa.
Dai 7300 elettori che hanno creduto ancora nella necessità di una forza anticapitalista, ripartiamo per costruire un futuro diverso. Grazie a tutti.

Paola Varesi
Segretario Prc Parma