Consegnati gli ultimi 16 alloggi del Botteghino

31/03/2009
h.12.50

Consegnati questa mattina i 16 alloggi della quarta e ultima palazzina (“B”) del complesso residenziale “Botteghino” in via Zanzucchi 1/3, oggetto della vicenda dell’abuso edilizio.
Quello sulla palazzina “B” è l’ultimo degli interventi di completamento che la società CasAdesso, su incarico del Comune di Parma, ha effettuato nel complesso, composto da altre tre palazzine “A”, “C” e”D”, per garantirne l’abitabilità: 66, in tutto, gli alloggi messi a disposizione degli acquirenti, di cui 50 consegnati nell’autunno scorso.
Il complesso era stato acquisito al patrimonio pubblico nell’aprile del 2007, quando il Consiglio comunale aveva riconosciuto la sussistenza di prevalenti interessi pubblici che legittimavano la mancata demolizione e, al contempo, l’assenza di contrasti con interessi urbanistici e ambientali. A seguito di ciò, la Giunta aveva individuato nella società CasAdesso il soggetto gestore per il completamento degli alloggi.
Hanno preso parte alla cerimonia di consegna dei 16 alloggi l’assessore alle Politiche abitative del Comune Giuseppe Pellacini, il presidente di CasAdesso Claudio Bigliardi e rappresentanti della cooperativa “Autotutela Botteghino”.
I lavori per i 16 alloggi, avviati nel luglio 2008, hanno avuto un costo di 1.020.000 €, sostenuto dalla società CasAdesso; gli alloggi vengono consegnati, come previsto, a fine marzo, nonostante il furto e gli atti vandalici effettuati nel cantiere all’inizio del mese.
I 16 alloggi ultimati sono:
· 13 alloggi di proprietà dei soci della cooperativa “Autotutela Botteghino”,
· 1 di proprietà del Comune di Parma (destinato alla vendita per asta pubblica),
· 2 di proprietà di CasAdesso S.p.A (destinati alla locazione).
Fra i lavori realizzati, il montaggio di pavimenti, rivestimenti, serramenti interni ed esterni, il completamento degli impianti tecnologici e la modifica delle condotte fognarie e degli impianti, ove non a norma.
Sono praticamente ultimate anche le opere di urbanizzazione a carico del Comune: allaccio alle fognature pubbliche, pubblica illuminazione, viabilità interna, marciapiedi e stalli di sosta.
Successivamente, verranno consegnate le autorimesse inserite nelle parti comuni “A”-“B” e “C”-“D” e i giardini sovrastanti.

lombatti_mar24