Gli animalisti: “Pizzarotti si schieri contro la tortura degli animali”

steam1121

“La legge a cui si trincerano i vivisettori è ingiusta, utilizza il torto legale per torturare animali innocenti”.

Così prende posizione il presidente di Animalisti Onlus Alessandro Mosso in previsione di un grande corteo in programma il prossimo 6 luglio a Parma.

“Allora ci costringono a violare quella legge immorale che consente tutto questo. Se ‘questi’ nuovi governanti del cambiamento vogliono lo scontro, vorrà dire che faremo una seconda Green Hill, Parma come Montichiari. Noi non vogliamo arrivare a questo – continua Alessandro Mosso -, intervenga il governo per fermare il supplizio e la morte a cui sono destinati questi sei esseri viventi chiamati MACACHI.”

Alessandro Mosso lancia poi un guanto di sfida anche al Sindaco di Parma Federico Pizzarotti: “Questa mattina abbiamo inviato una pec al Sig. Pizzarotti invitandolo a partecipare al nostro corteo. Il Sindaco di Parma, oltre ad aver partecipato alle manifestazioni contro la sperimentazione animale, ha più volte e in più tornate elettorali, inserito nel suo programma un NO alle sperimentazione animale. Siamo certi – incalza il presidente di Animalisti Onlus – che vorrà dare seguito alle sue promesse, partecipando a questo corteo che vede la partecipazione, tra gli altri, le sigle più significative dell’animalismo italiano. Così come accadde per Green Hill, siamo certi che Federico Pizzarotti anche a Parma vorrà dare il suo contributo alla interruzione immediata di questa pratica anacronistica e priva di significato scientifico quale la sperimentazione sugli animali.”

Ufficio Stampa Animalisti