Imprese Aperte: da settembre a novembre oltre 200 nuovi appuntamenti

Dopo la pausa estiva, prende il via la seconda finestra di appuntamenti di “Imprese Aperte”, l’innovativo format ideato e sviluppato durante il biennio di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 da “Parma, io ci sto!” e Unione Parmense degli Industriali, in collaborazione con l’ente di formazione Cisita Parma e il patrocinio del Comune di Parma.

Giunto alla terza edizione, il progetto celebra il ruolo chiave che la cultura d’impresa ricopre per il territorio, attraverso laboratori, attività culturali, visite agli stabilimenti, degustazioni e workshop, guidando i visitatori alla scoperta del patrimonio di competenze, innovazione e creatività che contraddistingue il tessuto produttivo di Parma.

Nei mesi di settembre, ottobre e novembre è previsto un ricco calendario di oltre 200 appuntamenti organizzati da 38 realtà dei settori più rappresentativi del territorio. Significativo il numero delle protagoniste della Food Valley che hanno risposto all’appello: Barilla, Consorzio Agrario di Parma, Coppini Arte Olearia, Food Farm 4.0, Fratelli Galloni, Hi-Food, e ancora Monte delle Vigne, Mutti, Parmalat, Puratos, Rizzoli Emanuele, Rodolfi Mansueto, fino a Salumificio Trascinelli Pietro e Torrcaffè. Tra i settori anche quello dell’impiantistica alimentare, con Angelus, CFT Group, Crown, Opem, Sacmi Beverage, Sidel, il mondo delle costruzioni con Allodi, Bonatti, Laterlite, la cosmetica con Davines, il settore della gomma plastica con Elantas Europe e Transfer Oil. Non mancherà l’automotive con Dallara, Autocentro Baistrocchi e Zatti Top Class, il packaging con FEPA e la ceramica con Laminam. Presenti anche CEPIM e La Giovane per la logistica, Dulevo e Lincotek Rubbiano per la metalmeccanica e, infine, l’ambito dei servizi rappresentati da Bugnion e Esperta, oltre ad Innovation Farm.

 

† Terra Santa 7 – Quel selfie con Maria Maddalena a Magdala… Lenin aveva ragione (di Andrea Marsiletti)

 

Imprese Aperte offre l’opportunità unica di scoprire in modo diretto e coinvolgente che cos’è davvero la cultura d’impresa e cosa è capace di costruire concretamente per il territorio – afferma il Presidente dell’Unione Parmense degli Industriali Gabriele Buia. Sono sempre più numerose le aziende che ogni anno aderiscono con entusiasmo al progetto, condividendo le proprie competenze, valori, storie di successo e di coraggio imprenditoriale: un patrimonio industriale che anche oggi, a maggior ragione in questa fase economica complessa, può ricoprire la funzione di ispirazione e guida per quei giovani che si apprestano a entrare nel mondo del lavoro”.

Tra le numerose iniziative anche 13 appuntamenti interamente dedicati agli studenti, per orientarli nel modo del lavoro e presentare opportunità professionali offerte dalle aziende del territorio. Dieci le aziende che nei prossimi mesi accoglieranno con questo proposito gli universitari e le classi delle ITS Academy (Istituti Tecnici Superiori). L’iniziativa verrà presentata durante il Job Day dell’Università di Parma in programma il prossimo 22 settembre.

“Siamo pronti per la seconda parte del calendario di Imprese Aperte. I numeri raggiunti nel primo ciclo primaverile testimoniano l’interesse delle comunità locali a riscoprire il proprio territorio, e siamo certi che anche questa seconda finestra di appuntamenti riuscirà a trasmettere il sapere, i valori e la storia delle significative realtà del nostro territorio – ha dichiarato Alessandro Chiesi, Presidente diParma, io ci sto!”.  Fondamentale è il coinvolgimento dei giovani: la loro partecipazione attiva li rende custodi della tradizione e più consapevoli della dinamicità imprenditoriale che fa del territorio di Parma una fucina di idee”.

La prima finestra del progetto, svoltasi nei mesi di maggio e giugno, ha registrato grande successo con sold out di numerosi appuntamenti: 1.000 i visitatori di diverse fasce d’età, provenienti non solo da Parma ma anche da province limitrofe, che hanno preso parte ai 58 appuntamenti proposti. Numeri che promettono di eguagliare il successo dell’edizione 2022, che ha contato più di 2.000 visitatori e oltre 250 appuntamenti in 28 realtà.

Il calendario delle iniziative, a cui è possibile partecipare gratuitamente previa prenotazione obbligatoria tramite la piattaforma Eventbrite è consultabile sul sito web www.impreseaperteparma.com e sull’app Parma 2020+21. Sarà possibile effettuare le prenotazioni per gli appuntamenti di settembre a partire dal 28 agosto.

cioccolato