L’Ausl cerca un’immobile in città per la nuova sede del Servizio di Medicina sportiva

confartigianatomaggio

Il Servizio di medicina dello sport dell’Azienda Usl di Parma cerca una nuova “casa” a Parma. E’ infatti attivo un bando, rivolto a tutti i proprietari di immobili, per individuare una nuova sede in cui effettuare le visite di idoneità alla pratica sportiva nel Distretto di Parma. La ricerca dell’Ausl è finalizzata ad un contratto di affitto dell’immobile della durata di sei anni, eventualmente estendibile ad ulteriori sei, a partire dal prossimo primo luglio.

LE CARATTERISTICHE DELL’IMMOBILE
Possono presentare domanda i possessori di immobili che si trovano nel comune di Parma con una superficie complessiva minima di almeno 350 metri quadrati al piano terra, in regola con la normativa vigente in materia di impiantistica e che non presentino barriere architettoniche. Oltre a queste caratteristiche, è fondamentale la vicinanza ad un parcheggio pubblico, unita alla possibilità di raggiungere la struttura utilizzando i mezzi pubblici.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
I proprietari di immobili che rispondono a queste caratteristiche possono partecipare al bando entro le ore 12 di lunedì 31 maggio, inviando la domanda di partecipazione e la documentazione a corredo tramite pec, all’indirizzo serv_econ_logistica_rit@pec.ausl.pr.it . Per informazioni è possibile contattare, dalle ore 9.30 alle ore 13, gli uffici del Servizio logistica rivolgendosi ai numeri telefonici 0521-971022e0521-704166, mentre il testo integrale del bando è consultabile sul sito www.ausl.pr.it, alla sezione “Amministrazione trasparente – bandi di gara attivi”.

LA MEDICINA DELLO SPORT
Il Servizio di medicina dello sport dell’Ausl di Parma, che opera sui quattro distretti, ha il compito di certificare l’idoneità alla pratica sportiva agonistica dei cittadini, così come previsto dalla normativa nazionale. Nel 2019, gli atleti visitati in tutta la provincia sono stati 3.141, di cui 2.277 nel solo distretto di Parma.

SanMartino
Casa Bambini
kaleidoscopio
lodi_maggio24