L’Italia verso le urne. Da Cavandoli e Campari critiche a Mattarella

“Da giurista, prima che da politica, non voglio pensare che un ministro proposto da forze politiche che hanno la maggioranza parlamentare possa diventare motivo di una così profonda frattura istituzionale. Davvero oggi in Italia è sufficiente voler difendere gli interessi degli italiani senza subire i diktat dell’Europa per essere ritenuti pericolosi eversori? Credo nella democrazia e penso che a questo punto la parola non possa che tornare ai cittadini. Qui nessuno si arrende!”. Lo scrive la deputata leghista Laura Cavandoli sulla sua pagina Facebook.

Sulla stessa lunghezza d’onda il senatore della Lega Maurizio Campari: “Ovviamente il problema non é la figura di un ministro, ma la politica di quel ministro coincidente con quella voluta dal popolo… e il popolo non è apprezzato.”

lombatti_mar24