Manuel Ferrari (Pd Salsomaggiore): “Mi spaventa e dobbiamo batterci contro la visione politica di Vannacci”

Casa Bambini
SanMartino
kaleidoscopio
lodi_maggio24

Come referente del tavolo di lavoro sui diritti civili del circolo PD di Salsomaggiore mi preme condividere una riflessione che vada oltre lo schieramento politico in sé, soprattutto alla luce della candidatura del gen. Vannacci con la Lega alle Europee.

Capita spesso di leggere sui social network frasi di disprezzo verso la comunità LGBTQIA+, soprattutto da elettori e sostenitori dei partiti di maggioranza.

Da cittadino ed elettore sono preoccupato, perché vedo mettere in discussione alcune conquiste di questi ultimi anni, in termini di parità di diritti.

Nelle affermazioni del Generale riteniamo ci siano le ragioni per cui sia un dovere battersi contro questa cultura politica, senza alcuna paura.

Mi spaventa la visione politica del generale, e mi dispiace pensare che dietro la sua candidatura possa effettivamente esserci una comunità di persone che crede davvero che le persone con disabilità, a scuola, debbano essere in classi separate dagli altri o che il colore della pelle sia determinante per poter essere cittadini italiani.

Credo che sia necessario riportare il dibattito politico ad un livello più alto, che non metta in discussione le basi della civiltà democratica.

Le parole del generale tradiscono una grandissima paura dell’altro e sono al limite della discriminazione.
Sembra che anche lui ed il suo libro siano lontani nello spazio, ma i suoi sostenitori ci sono anche nella nostra comunità di provincia.

Credo che gli esponenti della Lega e dei partiti di maggioranza, a livello locale, dovrebbero rendere conto di questa candidatura e di ciò che comporta dare sostegno a certe deliranti affermazioni, lo chiedo a chi ci governa, soprattutto sul territorio, da cittadino molto preoccupato per il futuro che si prospetta.

Manuel Ferrari, Pd Salsomaggiore

kaleidoscopio
Casa Bambini
SanMartino
lodi_maggio24