Parma-Worms, si rinsalda il gemellaggio

29/04/2011
h.13.40

Era il 26 maggio 1984, quando l’allora sindaco di Parma, Lauro Grossi, firmò il protocollo d’intesa con il sindaco della cittadina tedesca di Worms, e a quasi 27 anni di distanza il gemellaggio che lega Parma al centro della Renania-Palatinato si rinsalda grazie ad una serie di nuovi scambi fra le due realtà, e all’intitolazione di una strada alla città dei Nibelunghi.
Questa mattina una delegazione del Comune di Worms, composta da Michael Kissel, sindaco di Worms, Hans-Joachim Rühl, delegato del sindaco alle Relazioni Internazionali e da Marita Tann, vice presidente dell’Associazione Parma-Worms, è stata ricevuta nella Sala consiliare del Municipio dal vicesindaco Paolo Buzzi, dall’assessore alla Toponomastica Fabio Fecci e da Ferdinando Sandroni, delegato del sindaco all’Associazionismo e alla Cooperazione internazionale.
Nel giugno 2010, era stata invece una delegazione di Parma a visitare la cittadina tedesca per parlare, fra le altre cose, del protocollo di accoglienza dei ragazzi di Worms in città. Alla delegazione, guidata dal delegato del sindaco alla Cooperazione internazionale Ferdinando Sandroni, avevano preso parte una sessantina di ragazzi e ragazze delle squadre di calcio e di pallavolo dell’U.S. Montebello e il loro presidente Paolo Chiari. In quell’occasione erano presenti anche alcuni figuranti del Palio storico di Parma che si erano esibiti in uno spettacolo medievale nella piazza principale di Worms.
Le prossime iniziative avranno quindi l’obiettivo di avvicinare i giovani di Parma all’Europa, di far comprendere alle nuove generazioni l’importanza della conoscenza delle lingue straniere e delle altre culture intese come fattore indispensabile per diffondere l’aggregazione, la creatività e il sapere.

L’INTITOLAZIONE
Al termine dell’incontro in Municipio si è tenuta l’intitolazione di una via alla città di Worms proprio in onore di quel gemellaggio quasi trentennale, basato su continui scambi di carattere commerciale, economico, culturale e gastronomico, che la lega a Parma. La strada è una laterale di via Mantova, la quinta a destra per chi proviene dal centro città.

LE DICHIARAZIONI
In tutti questi anni si sono succeduti molti amministratori al governo delle nostre città e dei nostri Paesi, ma quella che non è mai passata è l’amicizia che lega Parma a Worms”, afferma il vicesindaco Paolo Buzzi.
Il gemellaggio non è qualcosa scritto solo sulla carta, ma un legame che si arricchisce costantemente grazie alle relazioni fra le nostre realtà. Inoltre, con questa intitolazione un pezzetto di Worms resterà per sempre a Parma”, spiega Michael Kissel, sindaco di Worms, accompagnato da una rappresentanza dei ragazzi del Liceo “Gauss”.
Con le intitolazioni si ricordano persone, eventi e anche città che rappresentano qualcosa di significativo per un’intera comunità. Con la targa scoperta oggi, la cittadina tedesca di Worms sarà per sempre ricordata nella nostra toponomastica”, sottolinea Fabio Fecci, assessore alla Toponomastica.
Viviamo un momento di festa con gli amici di Worms, perché attorno a loro si sono strette tante realtà cittadine, culturali come la Corale Verdi, sportive come l’Us Montebello e solidaristiche come l’Avis, a dimostrazione dell’esistenza di un gemellaggio vivo e molto sentito”, conclude Ferdinando Sandroni, delegato del sindaco alla Cooperazione internazionale.
All’intitolazione era presente anche Gianni Cugini, che al tempo della sottoscrizione del gemellaggio era vicesindaco con delega alle Relazioni internazionali.

___

Segnalazioni articoli recenti:

Sarò denunciato dal PDL per turbativa alla quiete pubblica (di Andrea Marsiletti)
“Il popolo di sinistra vuole rappresentanza nelle Istituzioni” (di Andrea Fellini)
“Le nostre parole d’ordine: trasparenza, partecipazione, associazionismo” (di Massimiliano Dall’Argine)
“Non esistono idee di sinistra, destra o di centro: esistono buone idee e cattive idee” (di Matteo Orlandi)

lombatti_mar24