Pd Parma: “Pronti a offrire spunti alla giunta ma anche a proposte nostre”

Lodi2021

Il Partito democratico di Parma, nella consapevolezza dei propri valori progressisti, riformisti e solidali e della consolidata vocazione europeista (non certo contingente come quella di altre forze politiche) che caratterizzano Parma e la nostra provincia, affronta con una segreteria coesa i problemi e le esigenze sociali ed economiche del territorio, aggravate dall’emergenza sanitaria, per offrire risposte concrete alle persone.

La Segreteria provinciale PD è composta da:
Filippo Fritelli segretario provinciale
Beppe Negri vicesegretario, resp. giustizia
Alessandro Fadda tesoriere
Michele Vanolli segretario cittadino
Lorenzo Lavagetto capogruppo cons. comunale
Claudio Barilli
Caterina Bonetti
Stefano Bovis
Franco Ceccarini
Gabriela Corsaro resp. cultura e legalità
Giuseppe Crialesi resp. sanità
Mario De Biasi
Emma Iovino resp. pari opportunità
Claudio Moretti resp. organizzazione
Claudia Sicorello
Franco Torreggiani.

Inoltre è stata recentemente integrata per avere il contributo dell’assessore regionale Barbara Lori e dei due consiglieri regionali Massimo Iotti e Matteo Daffada’ ed allargata all’esperienza ed alla competenza dei quattro ex parlamentari Patrizia Maestri Giorgio Pagliari Carmen Motta e Giuseppe Romanini.

La segreteria si è posta da subito obbiettivi ambiziosi ma necessari.
La transizione ecologica e digitale, il rafforzamento del terzo settore, l’inclusione e le politiche giovanili, le infrastrutture necessarie, materiali ed immateriali, sono necessità non più procrastinabili affinchè vi sia per Parma una visione di città proiettata verso il futuro per il prossimo decennio e possa uscire dalla pandemia ancora migliore non solo per recuperare qualità di vita ed ancor maggiore attenzione al bene comune, ma pronta ad affrontare le sfide proposte da una società in continua evoluzione, in un contesto di tessuto economico ed industriale forte di eccellenze nel settore agroalimentare, farmaceutico e manifatturiero, innovativo nella ricerca e capace di creare condizioni di attrattività e benessere.

Il commercio e la ristorazione, particolarmente colpiti, vanno agevolati con tavoli di confronto continuo e con misure settoriali e puntuali. Il settore del turismo, anch’esso duramente coinvolto dalla crisi, rappresenta uno dei valori connaturali di Parma e provincia anche per le bellezze del territorio e l’ospitalità della gente, per cui l’offerta va declinata in forme sostenibili e attrattive sfruttando ogni nuova tecnologia. La cultura deve continuare ad essere elemento fondante della nostra comunità, consapevole dei riconoscimenti ottenuti ma anch’essa pronta a ripartire con proposte attrattive ed anche selettive per qualità e contenuti.

In tal senso resta indispensabile anzitutto il supporto prezioso dell’Università, in un virtuoso e continuo scambio di conoscenze.

Ma in questa direzione va anche il lavoro della segreteria cittadina forte di una compagine giovane e motivata, che partendo dai circoli sta raccogliendo ulteriori idee per un confronto aperto con tutti gli interlocutori da presentare alla città entro l’estate.

Il Partito democratico è disponibile ad offrire spunti per migliorare l’azione amministrativa in quest’ultimo anno dell’attuale giunta, ma anche a presentare da subito le proprie proposte ad una città ed una provincia che hanno storia, memoria e valori condivisi, e poi ad assumersi responsabilità di buon governo, senza pretese di autosufficienza ma con un ruolo da protagonista in un campo largo di alleanze nell’alveo del modello virtuoso dell’Emilia Romagna, pur con le proprie competenze e le proprie specificità da far valere con autorevolezza.

Filippo Fritelli e Beppe Negri

Segretario e vicesegretario provinciale PD