Pinko dona 2.900 test sierologici all’Ospedale di Vaio per medici, volontari e forze dell’ordine

“Dopo i 15 caschi per la terapia intensiva, le 18.550 mascherina e le dieci postazioni letto, Pinko è nuovamente in prima linea per sostenere chi in questi due mesi è stato ed è in prima linea per proteggere la nostra Comunità con ben 2.900 test sierologici per medici, forze dell’ordine e volontari. Si tratta dell’ennesima prova che il colosso internazionale della moda ha Fidenza nel cuore e continua a proteggerla con iniziative mirate e di grandissima utilità. Come ho avuto modo di dichiarare in precedenza verrà il giorno in cui avremo modo di ringraziare come si deve Pinko e tutte le aziende che stanno sostenendo in varie forme e vari modi la nostra sanità, le forze dell’ordine e le diverse associazioni di volontariato impegnate da due mesi a fronteggiare questa pandemia”.

Così il sindaco di Fidenza Andrea Massari ha voluto commentare la nuova donazione effettuata dalla Pinko di Fidenza a favore dell’Ausl Parma ed in particolare all’Ospedale di Vaio. 2.900 test sierologici rapidi che andranno a medici, tecnici e infermieri della struttura fidentina oltre che alle forze dell’ordine e ai volontari che in questi due mesi sono stati in prima linea per affrontare l’emergenza legata alla diffusione del coronavirus.

Una donazione cui si aggiunge quella del pittore Giuliano Cornini che sempre oggi ha donato una riproduzione raffigurante l’Arcangelo San Michele che sconfigge il Diavolo con l’intento di celebrare la grande vittoria dei nostri eroi della sanità mentre sconfiggono il Covid-19, il “diavolo dei nostri tempi”.

Giuseppina Frattini, Direttore Sanitario Ausl Parma, ha così commentato questa giornata speciale:

“Ringrazio Pinko per questo ennesimo gesto di generosità: a nome di tutti i dipendenti dell’ Ausl di Parma, voglio esprimere sincera riconoscenza a questa azienda, che da inizio emergenza ci ha sostenuto con diverse donazioni. Ora, con questi kit, ci consentirà di proseguire la campagna di screening per tutte quelle categorie che sono state a stretto contatto della popolazione. Con altrettanta riconoscenza voglio poi ringraziare anche Giuliano Cornini per averci donato questo quadro, che saremo lieti di esporre. Una simbologia che ben rappresenta il grande impegno di tutto il personale dell’Ospedale di Vaio, che con professionalità e dedizione ha affrontato la fase critica di questa emergenza”.

Al direttore sanitario ha fatto eco Luigi Ippolito, Direttore U.O. Patologia Clinica Ospedali Vaio e Borgotaro, Ausl Parma:

“Sono molto grato per questa donazione. Si tratta di un gesto di generosità che, nei fatti, rappresenta anche un riconoscimento al grande lavoro svolto in questi mesi da un’equipe sempre in prima linea dall’inizio dell’emergenza”.

Per l’azienda Pinko era presente Andrea Orlandi, il quale ha spiegato: “Quote Andrea Orlandi, a nome del brand Pinko. “Oggi consegnamo una prima partita di 2.900 test sierologici a cui ne seguirà una seconda di 4420 nei prossimi giorni. Si tratta di un intervento nato, a differenza di quelli precedenti che hanno visto l’azienda spendersi in prima persona per le 18.500 mascherine, le 10 postazioni letto o i 15 caschi per la terapia intensiva, dalla volontà di coinvolgere anche le nostre clienti in un’ operazione a sostegno di chi in questi mesi ha garantito con il proprio lavoro la sicurezza di tutti noi.

E’ nata così la “Italia ti amo” t-shirt, che abbiamo messo in vendita, andata rapidamente sold out, con

il claim “una maglietta=6 test per lo screening del coronavirus”. Il ricavato è stato quindi devoluto integralmente all’acquisto dei test sierologici rapidi.

Nel corso di questa crisi pandemica abbiamo ritenuto naturale mettere a servizio della Comunità la nostra competenza e il nostro know how, valutando di volta in volta di cosa ci fosse bisogno primariamente e così è stato anche in questa occasione”.

In conclusione il vicesindaco di Fidenza Davide Malvisi ha aggiunto: “Voglio ringraziare Pinko per aver pensato con questa iniziativa anche alle forze dell’ordine e a tutto il sistema del volontariato che in questi due mesi hanno continuato ad operare sul territorio di Fidenza e si sono spesi per la nostra tutela e sicurezza. Il loro contributo è stato preziosissimo e questa iniziativa ne riconosce giustamente il valore. Ancora una volta Pinko si dimostra una realtà sensibile, e con radici ben salde nel territorio in cui è nata e opera tutt’oggi, un’azienda di moda di livello internazionale capace di mettere la persona al centro del proprio agire. Un tema che soggiace anche all’attenzione, la passione e la cura dei dettagli profusi nel progetto Fulgor Basket, altra iniziativa importante per il nostro territorio e destinata ad avere un ruolo centrale nel ritorno alla normalità: lo sport ci aiuterà a curare lo shock di questa guerra, ripartendo da dove ci siamo interrotti: essere Comunità”.

L’Unità Operativa di Patologia Clinica, diretta da Luigi Ippolito, è presente negli Ospedali di Vaio (Fidenza) e Borgotaro con un medico, otto biologi, ventitré tecnici di laboratorio biomedico ed una Coordinatrice, oltre ad un’infermiera, due operatori socio-sanitari ed un operatore amministrativo. Nel 2019 sono stati refertati quasi due milioni e trecentomila esami, di cui circa 1.900.000 nel solo Ospedale di Vaio. Sempre a Vaio, durante l’emergenza per l’epidemia da Covid-19, i tamponi refertati da inizio aprile sono stati 1.200, mentre gli esami sierologici condotti sugli operatori sanitari sono, ad oggi, quasi tremila; a questi si aggiunge l’attività di screening, già avviata, sui medici di Medicina generale e di Continuità assistenziale, Pediatri di libera scelta, Specialisti ambulatoriali e personale delle Forze dell’ordine. A breve poi, l’esame sierologico verrà esteso ai componenti del volontariato sanitario, mentre sono oltre 1.300 i test già refertati tra gli operatori delle strutture residenziali socio-sanitarie e socio-assistenziali della provincia.

sanificazione