Primo allenamento del 2009 per i gialloblu

steam1121

02/01/2009
h.10.00

L’Overmach Cariparma è tornata al lavoro stamattina con una seduta di palestra per prepararsi alla ripresa del campionato che, il giorno dell’Epifania, vedrà i gialloblu affrontare i Campioni d’Italia del Calvisano, nell’ultima giornata del girone di andata del Super 10.
La squadra ha ripreso ad allenarsi a ranghi quasi completi, assente giustificato solo Roberto Mariani impegnato con la Nazionale Seven nel Torneo di Punta Del Este.
Il DS dell’Overmach Cariparma Franco Pavan commenta così l’avvicinarsi a questo big match: “Il nostro ultimo confronto con Calvisano è stato a Viadana, in occasione della Supercoppa, dove siamo riusciti a vincere in modo netto.
La situazione attuale è diversa da allora, il Calvisano a settembre era più indietro di noi come preparazione ed il risultato ne è stata la conseguenza.
Adesso le circostanze sono molto cambiate, il Calvisano arriva dalle durissime partite di Heineken Cup e dalla vittoria in casa contro Treviso in Super 10, tutte partite che lo hanno abituato all’alto livello agonistico e tecnico.
Anche noi arriviamo a questa sfida da un percorso simile e per martedì si prospetta sicuramente un incontro di altissimo livello, dove sarà importante saper lottare e soffrire per tutti gli ottanta minuti. Solo così possiamo portare a casa la vittoria.”

Posizione dei gialloblu sulla partecipazione in Celtic League.
La Rugby Parma, in data 30 dicembre, ha espresso la propria volontà di aderire alla Celtic League inviando la seguente lettera al Presidente della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi.

“Egregio Presidente,
A seguito delle decisioni prese dal Consiglio Federale in data 19\12\2008, in cui è stata deliberata all’unanimità l’adesione del movimento rugbistico italiano al circuito attualmente denominato Magners Celtic League, la Rugby Parma FC 1931 intende manifestare il proprio vivo interesse a partecipare a tale manifestazione.
Ritenendo di possedere i requisiti strutturali, tecnici ed economico finanziari che consentono l’ammissione a tale circuito, rimaniamo in attesa di Vostre ulteriori comunicazioni al riguardo. “