Rainieri (Lega): attenzione ai seggi per le elezioni moldave a Parma in relazione all’emergenza coronavirus

Un'interrogazione del consigliere leghista chiede chiarezza su quanto avvenuto il primo novembre all'Arci Argonne nella città Ducale e vuole che le prossime operazioni di voto avvengano con le protezioni antiCovid

I seggi che saranno allestiti a Parma per il secondo turno delle elezioni presidenziali moldave, nei quali potranno votare i cittadini moldavi residenti in città, devono rispettare le norme antiCoronavirus.

A chiederlo è un’interrogazione del consigliere Fabio Rainieri (Lega) che prende le mosse da quanto avvenuto il 1° novembre scorso in occasione del primo turno della consultazione elettorale. “Uno dei 30 seggi allestiti in territorio italiano per tale tornata elettorale, è stato allestito a Parma, in via Argonne 4, presso i locali del Circolo Arci Argonne: come riportato da media e social network, le operazioni di voto in quel seggio elettorale hanno comportato il formarsi di una lunga coda di centinaia di persone che si allungava anche sulla strada”, spiega Rainieri, che interroga la Giunta per sapere “se risponde al vero che, in occasione di tale primo turno elettorale, non vi siano stati adeguati controlli del rispetto delle misure nazionali e regionali anti contagio; se, in previsione del secondo turno delle stesse elezioni presidenziali moldave, stabilito per il 15 novembre prossimo, si intenda intervenire affinché tale esercizio di voto si possa svolgere nella massima sicurezza e siano garantiti adeguati controlli sul rispetto delle misure anti contagio”.

lombatti_mar24