Salso: assistente di laboratorio di un istituto scolastico arrestato per molestie sessuali ad alcune alunne

Carbognani
Lombatti

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Salsomaggiore Terme, coordinati dalla locale Procura (Sost. Proc. Dott.ssa D. NUNNO), hanno eseguito, nei confronti di un 66enne residente in provincia, assistente di laboratorio presso un istituto della città salsese, un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Parma per il reato di violenza sessuale aggravata.

L’indagine trae origine dalle confidenze che 6 alunne, di età compresa tra i 15 e 18 anni, hanno fatto ai docenti e poi alla Dirigente scolastica. Le ragazze hanno confidato che durante lo svolgimento delle lezioni, in diverse occasioni, sono state fatte oggetto, approfittando della distrazione dei professori, da parte di un assistente di laboratorio di molestie sessuali consistite in toccamenti, strusciamenti e palpeggiamenti di glutei e seno. Alcune delle vittime hanno presentato denuncia presso la Stazione Carabinieri di Salsomaggiore che immediatamente individuava il 66enne informandone la Procura.

Al fine di verificare l’illecita condotta, il Pubblico Ministero titolare dell’indagine ha proceduto ad escutere le minori con l’ausilio di un consulente. Le stesse, nell’ambito delle dichiarazioni rese hanno confermato circostanziandoli vari episodi, avvenuti nel periodo dicembre 2020 a maggio 2021, perché coinvolte personalmente o perché testimoni di quelli commessi nei confronti di altre alunne. Il Giudice per le Indagini Preliminari sulla base degli elementi raccolti ha applicato nei confronti dell’indagato la misura cautelare degli arresti domiciliari con il divieto di comunicare con le persone offese o loro familiari.

Procura di Parma