Salsomaggiore Terme: in auto con due kg di cocaina

I Carabinieri della Compagnia di Salsomaggiore Terme – Aliquota Operativa- hanno tratto in arresto un giovane cittadino albanese cl’ 88, di professione “cameriere” con precedenti di polizia, per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante i quotidiani servizi perlustrativi ed i controlli che vengono effettuati per la repressione dei reati contro il patrimonio– gli uomini dell’Arma hanno notato una VW Passat SW che era stata, già da tempo, segnalata come auto sospetta i cui occupanti, presumibilmente, erano dediti ai furti in abitazione e truffe in danno di persone anziane. I Carabinieri della Compagnia di Salsomaggiore Terme intercettano l’auto nei pressi della città di Fidenza e decidono di seguirla.

L’uomo a bordo dell’autovettura riconoscendo le autovetture civetta e vedendosi seguito cambia repentinamente direzione di marcia. Nel pieno centro della città di Fidenza tenta di arrestare la marcia, per permettere il controllo ai militari, ma subito dopo riparte improvvisamente. Ne deriva un inseguimento in pieno centro urbano. Al fine di scongiurare spiacevoli incidenti, gli uomini della Compagnia di Salsomaggiore Terme, con due auto di servizio, bloccano le vie di fuga del malvivente il quale vedendosi accerchiato arresta definitivamente la marcia. Trasportato all’interno della caserma di via Salvo D’acquisto, la prima perquisizione personale permetteva di rinvenire, occultata negli slip, una dose di cocaina. Troppo poco per giustificare il tentativo di fuga del giovane albanese.

I militari decidono quindi di approfondire e di estendere la perquisizione all’interno dell’autovettura con la convinzione di ritrovare degli arnesi atti allo scasso o il classico kit del topo di appartamento. Nulla di tutto ciò. Infatti, aperto il bagagliaio, veniva notata una strana “modifica” dell’interno abitacolo. Con non poca difficoltà e grazie all’ausilio di alcuni strumenti da lavoro si è riusciti a “smontare” letteralmente l’intero bagagliaio e scoprire un’intercapedine ricostruita “ad hoc” per occultare della sostanza stupefacente. Infatti, all’interno del vano (creato artigianalmente) venivano rinvenuti due grossi involucri con all’interno della sostanza stupefacente del tipo cocaina e dal peso complessivo di 2 Kg e 100 grammi.

L’uomo residente da anni a Salsomaggiore Terme è stato quindi dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Come disposto dalla Procura è strato associato alla casa circondariale di Parma in attesa della convalida dell’arresto. La droga, considerata la qualità, il taglio e la quotazione di mercato avrebbe un valore stimato in 200.000 euro circa.