Un agriturismo 100% sostenibile ed etico. Samuele: “Regaliamo a noi e agli altri un sogno”

Sono gli ultimi giorni per sottoscrivere le obbligazioni del progetto Alba di Montegibbio 2022-2024.

L’iniziativa consiste nella realizzazione nelle verdi colline ai piedi dell’omonimo castello, in provincia di Modena, di un agriturismo 100% sostenibile. L’etica sociale prevede l’impiego di manodopera con garanzia di retribuzione e di condizioni di lavoro che assicurano la dignità del lavoratore (migranti e minori con disagi).

Come nasce il progetto?

“Insieme alla mia compagna e a sua figlia abbiamo deciso di regalarci e di regalare un sogno. Ma perchè diventi realtà abbiamo bisogno del vostro aiuto, perché per ragioni politiche e razziali il sistema bancario ci sta chiudendo le porte in faccia” dichiara Francesco Samuele, parmigiano, CEO del progetto. “Il progetto Alba di Montegibbio sarà realizzato in dieci ettari di terreno dove coltiveremo solo produzioni bio certificate con trasformazione del prodotto e vendita diretta (farine, erbe officinali, frutta secca, elicicoltura con vendita della bava di lumaca). Dodici camere saranno dedicate all’ospitalità. Ci saranno un centro benessere e una sala eventi. La posizione dell’agriturismo a pochi chilometri dal distretto ceramico, dalla Motor Valley e dalla città garantirà un elevato flusso di persone desiderose di abbinare la comodità della posizione alla bellezza dei luoghi e al piacevole soggiorno.”

Al seguente indirizzo provvisorio è raggiungibile la pagina per fare una dichiarazione di sostegno e/o per chiedere maggiori informazioni: http://80.211.97.135/albadimontegibbio/#sostienici