200 anni della Comunalia di Coltaro di Sissa-Trecasali: celebrato lo statuto promulgato nel 1820 da Maria Luigia

Con la lectio magistralis di Paolo Grossi, presidente emerito della Corte Costituzionale

Il sindaco di Sissa-Trecasali, Nicola Bernardi, e il presidente della Comunalia Angelo Mori

Celebrati questa mattina, nell’Aula Magna dell’Università di Parma, i 200 anni della Comunalia di Coltaro di Sissa Trecasali, proprietà collettiva riconosciuta dallo Stato italiano che ha come fine, ancora oggi, la gestione di 300 ettari di terre nella golena del Po a Coltaro e che fu istituita con lo statuto promulgato da Maria Luigia il 30 settembre del 1820.

“La Comunalia di Coltaro – ha dichiarato il sindaco di Sissa Trecasali Nicola Bernardi – è riconosciuta all’interno del nostro statuto comunale all’articolo 44 per il valore dell’attività di gestione del territorio e per il ruolo sociale che ricopre nella frazione di Coltaro. Per questo viene considerata dall’amministrazione comunale come uno dei soggetti interlocutori privilegiati per definire l’attività amministrativa locale”. Un risultato raggiunto grazie “alla lungimiranza sul piano legislativo, artistico e culturale della duchessa Maria Luigia che emanò uno statuto ancora attuale” ha aggiunto l’assessora alla Cultura Tiziana Tridente.

A mettere in evidenza il valore della Comunalia anche il presidente emerito della Corte Costituzionale Paolo Grossi che, durante la sua lectio magistralis, ha sottolineato: “Omaggiamo il passato di un assetto fondiario collettivo, come quello della Comunalia di Coltaro, che ha saputo tener testa a tutte le persecuzioni ed incomprensioni nel corso degli anni, portando avanti il proprio progetto di restauro ambientale. E per il futuro la legge 168 del 2017 permette di guardare alle prossime generazioni con speranza e certezza. Oggi la legge dello Stato garantisce gli assetti fondiari e collettivi come ordinamenti giuridici primari, soggetti soltanto alla Costituzione. Vedo nel futuro della Comunalia tanta serenità”.

Tra gli interventi anche quelli del professor Pietro Nervi dell’Università di Trento (“I coltaresi devono essere orgogliosi di una realtà come quella della Comunalia”) e dell’avvocato Giorgio Pagliari che è entrato nel merito delle norme in materia di domini collettivi analizzando la legge 168 del 20 novembre 2017.

La giornata celebrativa è stata introdotta dagli interventi del consigliere delegato della Comunalia Eugenio Martani e si è conclusa con il saluto del rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei.

I consiglieri della Comunalia di Coltaro con autorità e relatori della giornata celebrativa dei 200 anni dalla promulgazione dello statuto di Maria Luigia