Avis Provinciale di Parma e Rai Yo Yo portano il valore del dono nelle scuole primarie

“Rosso sorriso-La meraviglia del donare” è il progetto, ideato da Avis Provinciale Bergamo in collaborazione con Avis Nazionale, Rai Yo Yo e il Ministero d’Istruzione, dell’Università e della ricerca, a cui Avis Provinciale di Parma aderisce già da alcuni anni. Lo scopo è quello di parlare di altruismo, amore e solidarietà ai bambini della scuola primaria. Un progetto ambizioso e nello stesso tempo divertente perché è appunto attraverso linguaggi innovativi e giocosi che gli adulti cercano di trasmettere un approccio al dono, basato sui valori della generosità e di uno stile di vita sano e corretto.

L’edizione che sta per prendere avvio è la seconda, versione 2.0, alcuni gruppi AVIS della nostra provincia hanno presentato la precedente edizione alle scuole dell’infanzia e primarie dei loro territori riscontrando un ottimo successo sia tra i bambini che tra il corpo docente. Per la sua realizzazione Avis Provinciale di Parma il 7 aprile attiverà un corso formativo (con sede da comunicare) finalizzato alla preparazione dei propri volontari che volessero rendersi disponibili ad entrare nelle scuole proponendo il progetto nella sua nuove versione.

Un docente d’eccezione doterà i volontari di “Rosso sorriso” degli strumenti idonei a rivolgersi ad un pubblico tanto particolare come quello dei bambini dai 6 ai 10 anni, in modo divertente, coinvolgente ma al contempo adatto a generare attenzione ed interesse. Oreste Castagna arriverà a Parma appositamente per questo scopo. Di matrice teatrale ha alle sue spalle moltissimi progetti a contatto con il mondo infantile, da “L’Albero azzurro” alle “Storie di Gipo” in onda tuttora su Rai Yo Yo. “L’arte fa incontrare le persone, crea legami fortissimi. Ed è attraverso il teatro, il gioco ed il racconto che facciamo avvicinare i bambini, con delicatezza, a temi importanti”. Questo dice parlando della sua attività che investe ormai la sua vita in maniera totalizzante.

Un’importante opportunità, quindi, per tutti coloro, volontari AVIS, che volessero impossessarsi di codici formativi, approcci efficaci, capaci di portare i grandi temi a contatto con il mondo dell’infanzia. Un vero e proprio corso di teatro, un laboratorio creativo, ancora più speciale perché finalizzato a divertire e nel contempo formare quella che sarà la “cittadinanza attiva” del domani.

Avis Provinciale crede moltissimo nel progetto, perché ritiene fondamentale il ruolo che riveste la scuola nella formazione dell’individuo e ancor più crede che temi importanti come quello della donazione debbano entrare a contatto dei bambini, veicolati in modo adeguato, affiancandosi a quelle che sono le materie curricolari, allo scopo di offrire un’educazione a 360°, per la costruzione di “persone vere e solide”.

I volontari che hanno partecipato nelle scorse edizioni si dichiarano entusiasti perché “hanno capito come davvero il progetto Rosso Sorriso e i laboratori nelle scuole possono essere un alleato ed uno strumento senza limiti per veicolare i contenuti del dono, l’approccio alla solidarietà e alla generosità”. I bambini che partecipano ai laboratori hanno la percezione di come il risultato finale sia ottenuto grazie al loro lavoro integrato a quello dei compagni, con un impatto emotivo importante e con la possibilità di condividerlo e mostrarlo alle famiglie che, a ricaduta, ne vengono coinvolte e, a loro volta, stimolate al dono.

Un forte appello alla partecipazione ai corsi Avis viene rivolto dalla responsabile Scuola di AVIS Provinciale Parma, Marina Schianchi, per contribuire alla costruzione, unitamente alle scuole ed insieme alle famiglie, agli adulti consapevoli del domani.