Millepiedibus: il “trasporto speciale” di San Secondo compie dieci anni

Lara è stata una piccola passeggera, “trasportata” da casa a scuola lungo le strade di San Secondo Parmense in totale sicurezza, a piedi, in file colorate e giocose. Da qualche mese ha cambiato veste, proseguendo la tradizione familiare: compiuti i 18 anni ha infatti deciso di seguire l’esempio di mamma Antonella, indossando la pettorina colorata per divenire a sua volta una delle accompagnatrici volontarie che danno vita a “Millepiedibus”, il progetto di educazione ambientale e di mobilità sostenibile attivo nel Comune di San Secondo Parmense.

In un decennio questo “mezzo di trasporto speciale” ha coinvolto quasi 800 bambini, 78 gli iscritti all’ultimo anno scolastico, una quarantina gli accompagnatori impegnati sulle tre “linee” distribuite durante la giornata, con 5 andate e 5 ritorni. Un lavoro reso possibile grazie alla collaborazione con le Amministrazioni comunali che si sono succedute, a quella con Lega Ambiente, con la Provincia di Parma e alla sponsorizzazione dell’Azienda agricola Coppini l’Albero d’Argento Arte Olearia.

Per festeggiare il decimo compleanno di “Millepiedibus” la Vicesindaco del Comune di San Secondo Parmense Ketty Pellegrini, la Consigliera Gisella Aimi, insieme al dirigente scolastico dell’Istituto tecnico Galileo Galilei Giacomo Vescovini e alla Referente del progetto, Donatella Ziliotti, hanno consegnato gli attestati di partecipazione a tutti i volontari; tra questi, oltre a Lara, altri venti ragazzi del Galilei hanno deciso di impegnarsi, ottenendo anche dei crediti formativi per il proprio percorso scolastico, nella prosecuzione di un progetto capace di promuove tra i ragazzi l’acquisizione del codice stradale del pedone e la conoscenza del proprio paese, nel rispetto dell’ambiente e della bellezza del paesaggio circostante.

L’anniversario di “Millepiedibus” ha coinciso con i giochi organizzati a conclusione del progetto di educazione motoria “Scuola in campo”: l’insegnante Donatella Ziliotti e i ragazzi delle classi quinte hanno intervistato e ringraziato il Sindaco Antonio Dodi, i due presidi Sergio Bertolotti e Giacomo Vescovini, l’insegnante Maria Raffaini, prima Referente del servizio, lo sponsor e tutti gli accompagnatori e i volontari, senza i quali questo progetto non potrebbe esistere.