Dalla Regione mezzo milione di euro per il restauro di San Francesco del Prato

La Commissione Cultura regionale ha approvato un progetto di legge dedicato a ‘Interventi straordinari nei settori dell’alta formazione musicale, dei beni e delle attività culturali’ che prevede lo stanziamento straordinario di 500.000 per il restauro della chiesa di San Francesco del Prato a Parma. L’atto dovrà passare poi al vaglio dell’Assemblea Legislativa, per la discussione e approvazione definitiva.

“Si tratta di un atto che ci riempie di soddisfazione, dall’importante portata politica e culturale. La Regione, infatti, dimostra di condividere e sostenere così la rilevante iniziativa di raccolta fondi lanciata nei mesi scorsi per il recupero di un complesso monumentale di grande valore per la città di Parma. San Francesco del Prato potrà rappresentare un luogo di riferimento per le iniziative che la vedranno protagonista la nostra città nel campo della cultura nel 2020” commentano i consiglieri regionali Barbara Lori e Massimo Iotti, del Partito Democratico.

Nel 1993 il complesso monumentale di San Francesco del Prato ha cessato di svolgere la funzione di carcere della città, funzione a cui era stato destinato nel 1800 a seguito delle soppressioni napoleoniche.

“Attualmente – ricordano Lori e Iotti – è in corso un complesso e oneroso intervento di restauro della chiesa. Per l’origine medievale risalente al XIII secolo e considerata la sua importanza storico-artistica e architettonica, il recupero e la riapertura al culto e alla fruibilità pubblica della chiesa rappresentano un obiettivo a cui non possiamo rinunciare. Ed è vitale raggiungerlo il prima possibile, anche in ragione dell’ultimazione prevista per il prossimo anno, quello che vedrà Parma capitale italiana della cultura.