Vittima di racket denuncia e apre negozio a Bedonia, Rainieri: “Storia esemplare, va condivisa”

“Una storia che dimostra come l’usura possa essere combattuta e sconfitta e che anche la Regione Emilia-Romagna deve valorizzare nelle sue iniziative antiusura”. È quanto ha affermato il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega, Fabio Rainieri, riguardo all’interrogazione che ha presentato alla Giunta regionale sulle celebrazioni della storia di Raffaella Delpoio, la donna che, dopo anni di intimidazioni e umiliazioni, ebbe il coraggio di denunciare il suo aguzzino e ha da poco aperto un negozio a Bedonia.

“Se fin il Commissario straordinario del Governo nazionale per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, accompagnata da tanti altri rappresentanti delle istituzioni pubbliche e militari, si è mobilitata per venire in Alta Valtaro a evidenziare questa particolare vittoria di una persona coraggiosa e tenace e delle istituzioni che l’hanno sostenuta contro la criminalità subdola di chi pratica l’usura, anche la Regione Emilia-Romagna la deve considerare esemplare e diffondere attraverso quelle sue attività dirette a favorire l’emersione di tale reato – ha quindi proseguito il Consigliere regionale leghista – L’usura è infatti un crimine molto diffuso anche in Emilia-Romagna e storie dall’esito positivo come questa, con gli usurai assicurati alla giustizia e le vittime che tornano a lavorare e respirare mettendosi alle spalle vessazioni e ricatti, non sono così frequenti. È quindi importante avvalorarle evidenziando, in particolare, come anche lo Stato sia stato a fianco di queste persone, di modo che altre vittime come loro siano stimolate a denunciare e farsi aiutare”.