Arrestato in carcere un giovane rapinatore

Continua incessante l’attività congiunta di Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri volta a monitorare le vie del centro cittadino al fine di prevenire e reprimere gli episodi criminali riconducibili a giovanissimi che, con sfrontatezza, mettono a segno furti ai danni degli esercizi commerciali lì presenti e vere e proprie rapine ai danni di loro coetanei.

All’esito di specifiche attività investigative, gli agenti della Squadra Mobile ed i militari della Stazione Carabinieri Parma Centro hanno identificato in FEHMANI Mustapha classe 2000 il responsabile di 2 furti aggravati e 2 rapine e, nella giornata di mercoledì, lo hanno arrestato in esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Parma su richiesta della Procura di Parma.

La prima delle condotte di cui si si era reso responsabile consiste in un furto con destrezza presso un noto negozio di ottica presente nel pieno centro di parma, peraltro con il concorso di altri due soggetti che hanno partecipato all’azione delittuosa. Condotta del tutto simile era stata tenuta dal reo in un’altra occasione, questa volta in Via Cavour, sottraendo con destrezza un profumo particolarmente prezioso presso il negozio di Sephora, per giunta, un complice, approfittando della distrazione della commessa che si era posta all’inseguimento del FEHMANI, sottraeva un secondo profumo.

La pericolosità del soggetto e l’escalation di violenza, si è manifestata ancora in una terza occasione in cui il predetto ha compiuto una rapina all’interno del negozio H&M. In particolare il FEHMANI ha avvicinato la sua vittima, con destrezza gli ha sottratto una banconota dalla tasca dei pantaloni, per poi, al fine di guadagnarsi la fuga, dare un calcio ed uno schiaffo alla sua vittima. Ancora più grave è l’ultima rapina compiuta ai danni di un altro giovane, avvenuta in Via Mazzini, nella circostanza il cittadino marocchino ha avvicinato la sua preda e, minacciandola, le ha strappato di dosso un paio di occhiali di ingente valore, circa 200 euro.

Il giovane, già gravato da precedenti di polizia per reati della stessa indole e per reati connessi al traffico di sostanze stupefacenti, è stato rintracciato presso il Parco Ducale e, al termine della redazione degli atti di rito, è stato condotto presso il carcere di via Burla.

Il Procuratore della Repubblica f.f

Dott. Andrea Bianchi