“E’ stata una grandissima prestazione”

comunali2022
Lombatti

29/01/2015
h.11.00

Daniele Galloppa (nella foto del sito fcparma.com), che stasera in Tim Cup contro la Juventus Fc è stato l’incarnazione in campo dello spirito sfoderato dai Crociati, ha cominciato con queste parole il racconto della bellissima partita disputata dal Parma Fc:”E’ dura da sbollire perché finalmente abbiamo fatto una grandissima prestazione. Volevamo veramente uscire a testa alta e l’abbiamo fatto. Prendere gol all’ultimo istante, dopo una prova così brucia tanto. Dobbiamo attaccarci a quanto di positivo abbiamo fatto stasera. La cattiveria, la voglia e l’intensità di oggi devono essere la nostra guida”.
Come mai oggi così, invece contro il Cesena domenica siete stati molto timorosi ?
“Abbiamo la testa troppo piena. Oggi, dopo quello che è successo, essendo venuti allo scoperto, ci siamo liberati di un po’ di pensieri. Poi, con la Juventus, in Coppa di sera, è una partita che ti carica”.
La rescissione di Cassano vi ha compattato di più?
“Può esser stata un motivo per compattarci. Antonio ha fatto una scelta forte. Non si sentiva più stimolato. Adesso per andare avanti servono gli stimoli, guardandoci negli occhi tutti gli undici che scendono in campo. Questa di stasera è stata la risposta della squadra. E’ la dignità che abbiamo. Io, però, rispetto la scelta di Antonio, perché è stato onesto con se stesso”.
Gol vittoria della Juventus in fuorigioco di rientro di Llorente molto dubbio. Ne avete parlato con l’arbitro?
“Ho saputo adesso che era fuorigioco. Abbiamo preso un gol evitabilissimo. Eravamo schierati all’ultimo minuto. Potevamo sicuramente evitarlo. Purtroppo, sono i segni di quest’anno. Andiamo avanti, andiamo avanti”.
Il presidente Kodra ha detto che da qui alla chiusura del mercato non sarà un ‘fuggi fuggi’ di giocatori dal Parma. C’è, però, una voce che vuole Lodi sulle medesime tracce di Cassano…
“Il presidente dice così, vedremo… Noi siamo attaccati alle parole, però vogliamo vedere i fatti. Abbiamo dato un termine. Dopo questo termine ci dobbiamo tutelare per forza. E’ da sette mesi che stiamo zitti. Vogliamo solo tutelarci. Noi siamo stati corretti a dirlo al presidente, prima di voler fare un passo del genere. Se Lodi vuole rescindere, non lo sappiamo. Noi vogliamo agire da squadra, dopo la scadenza di febbraio”.
Cristian Rodriguez si è calato bene in questa realtà…
“Cristiano si è voluto rimettere in gioco in una piazza in difficoltà. Si è calato bene nella parte. Siamo contenti sia arrivato, soprattutto con la voglia che ha dimostrato di avere”.
Domenica c’è il Milan. Ci sono possibilità di fermarlo?
“Se la prestazione sarà come l’odierna, alzeremo l’asticella verso di noi, sperando che gli episodi, una volta tanto, ci girino a favore”.

valparmahospital