A Noceto si è tenuta la sedicesima edizione della Festa dei Nonni

E’ stato un bel sole di fine estate ad illuminare piazza Repubblica domenica scorsa 2 ottobre, l’area che tradizionalmente accoglie la Festa dei Nonni, di cui quest’anno ricorre la sedicesima edizione, dopo la sospensione avvenuta nel 2020 e nel 2021 a causa della pandemia.

Ed è stato alla presenza di centinaia di persone che si è svolta la manifestazione, a testimoniare quanto la ricorrenza sia sentita a Noceto, che ha avuto un ruolo fondamentale nell’ufficializzazione della Festa – sancita da una Legge dello Stato che ne ha decretato l’inserimento fra le festività nazionali a partire dal 2005.

 L’Amministrazione Comunale infatti,  nella persona del sindaco Fabio Fecci a cui va la paternità dell’iniziativa, già dal 2004 si era attivata adottando atti deliberativi di intento per l’istituzionalizzazione di una giornata da dedicare ai Nonni, trasmessi  a tutte le più alte sedi istituzionali, un grande lavoro di sensibilizzazione nel quale lo stesso Sindaco aveva coinvolto tante realtà associative presenti sul territorio nazionale e l’Associazione Nazionale Comuni d’Italia.

Ed è stato sempre grazie all’intervento dell’Amministrazione nocetana  che la data della ricorrenza nazionale, inizialmente fissata nel 26 Luglio, fosse spostata al 2 Ottobre  periodo certamente più favorevole anche per il coinvolgimento delle scolaresche.

Come da tabella di marcia, la manifestazione di domenica organizzata dall’Amministrazione Comunale di Noceto con il supporto della locale Pro Loco Noceto – alla quale erano presenti in veste ufficiale il sindaco Fabio Fecci con gli assessori alla Cultura e Pubblica Istruzione Antonio Verderi ed ai Servizi Sociali Marco Bertolani –  si è aperta alle 14,30 con la premiazione dei vincitori del premio letterario “La storia si scrive a Noceto, parola di nonno” , il concorso debuttato nel 2006 e dedicato a tutti i nonni e le nonne d’Italia, volto a creare un grande affresco di testimonianze e ricordi, la cui partecipazione era stata inizialmente prevista solo per i nonni, e poi dalla undicesima edizione,  estesa a tutti i maggiorenni residenti sul territorio nazionale.

In giuria i docenti Maria Adelaide Petrillo, presidente, Anna Maria Casali , Giovanna Valla e Francesca Sansuini.

I nonni, migliori amici della mia infanzia” il tema proposto per questa edizione, vinta dalla nocetana Elisa Marchinetti con il racconto “Mio nonno portava il tabarro”, secondo posto per Leonardi Di Iorio di Parma seguito da Annalisa Santi di Colognola ai Colli (Verona), che hanno vinto rispettivamente cinquecento, trecento e duecento Euro. Come ogni anno i racconti dei vincitori e dei segnalati  sono stati raccolti in un’antologia appositamente edita che viene presentata in occasione della festa. Menzioni speciali della giuria a Letizia Levati di Bianconese di Fontevivo e Raffaele Vaja di Parma.

Le antologie sono disponibili presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Noceto.

Subito dopo sono stati i bambini delle cinque classi prime della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Nocetano, guidati  dalle loro insegnanti, ad intrattenere i presenti cantando  alcuni brani allegri ed orecchiabili dedicati ai nonni, fra cui il  popolarissimo  “Le tagliatelle di nonna Pina” e “Nonno Superman”. A incorniciare la piazza i disegni degli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria di Noceto.

E’ poi stato il Sindaco ad introdurre l’attesissimo momento centrale, quello della premiazione dei nonni nocetani più longevi.

<< E’ con orgoglio e gioia che torniamo a festeggiare in piazza  tutti i Nonni >> così si è rivolto ai presenti << in questa manifestazione  che la drammatica esperienza della pandemia ci ha costretto a sospendere nei due anni appena trascorsi. Purtroppo  anche Noceto è stato colpito, anche se – lo sottolineo – la lungimiranza con la quale già dai primissimi giorni di quel febbraio 2020 avevo sospeso ogni manifestazione, mercato ed evento sul suolo ed edifici pubblici, sono convinto abbia salvato molte vite umane. Non tutte purtroppo, ed in memoria  di quanti ci hanno lasciato sono stati piantumati gli alberi del parco intitolato nell’ottobre scorso ai nocetani vittime del Covid, oggi li ricordiamo tutti, uno ad uno, anche perché molti  di questi erano nonni.  Ed il tema della prossima edizione del concorso letterario che si affianca alla festa è proprio l’invito a raccontare come il rapporto fra nonni e nipoti si è dovuto reinventre durante la pandemia, quando per abbattere il distanziamento fisico si è ricorsi alla tecnologia, videochiamate, scambio di foto e messaggi, che hanno visto i nonni diventare molto più “tecnologici” di quanto fossero mai stati prima.

La giornata di oggi giustamente nasce quindi come un momento di festa, nel quale la nostra comunità si stringe attorno ai nostri nonni, patrimonio di saggezza ed esperienza, figura fondamentale nell’assetto organizzativo della nostra società perché affiancano i genitori – che ormai quasi sempre lavorano entrambi – nell’educazione dei figli, e  che sono anche importantissimi perché spesso supportano le famiglie anche economicamente . Un grande abbraccio da parte di tutti noi ai nonni, questa festa che ho fortemente voluto vuole esprimervi tutto il nostro affetto e la nostra riconoscenza >>

A salire sul podio per  ricoprire il ruolo di autentici protagonisti sono stati alcuni fra i nonni nocetani più longevi,  per le signore Egle Marani e Angiolina Pelosi – entrambe di 97 anni – e Carmela Sidoli, che ha a sua volta superato le novanta candeline, mentre Violetta Calamaj, classe 1927, all’ultimo non è potuta intervenire.

Per gli uomini oro a  Guido Mora – 96 anni – argento per Giulio Pelà – nato nel 1927 – e bronzo a Mario Boschi , classe 1928.

A premiare i nonni è stato il Sindaco insieme agli assessori Verderi e Bertolani , che hanno consegnato alcune piante di ciclamini di buon augurio e la medaglia con impresso il logo della Festa dei Nonni, oltre ad alcuni prodotti tipici e pubblicazioni del territorio.

Momento altrettanto atteso , dopo le premiazioni, quello del taglio della torta –  due grandi rettangoli di Pan di Spagna , panna e cioccolato – sulla quale campeggiava in rosa e in azzurro il logo ufficiale della Festa dei Nonni, frutto di un concorso di idee vinto dall’Istituto Toschi di Parma e proposto al debutto della manifestazione nel 2005. Il dolce è stato distribuito a tutti i presenti dalla Consulta dei Ragazzi, l’organismo cui fa parte il gruppo degli alunni dell’Istituto Comprensivo nocetano che hanno svolto il miglior elaborato nel concorso “Se fossi Sindaco di Noceto…”, presenti insieme alla dirigente scolastica Lorenza Pellegrini, ed alle docenti Francesca Saccani e Gabriella Grisenti.

A concludere la manifestazione l’esibizione del noto gruppo musicale  Ivana Group con la partecipazione di Felice e della cantante Marianna Lanteri, ospite ufficiale, che ha saputo coinvolgere tanti fra i nonni presenti, che si sono uniti a lei nel cantare alcuni brani molto noti.

Sponsor ufficiali dell’evento le aziende Rovagnati, Guatelli CII, Sinfo One, Casone Noceto, Imp.A.C., Salumificio Cocchi e Luca Ori Pasticcere.

 

cioccolato