Anziani, aumentano le risorse per Parma

Lombatti

03/03/2009
h.14.20

Più assistenza agli anziani non autosufficienti, più sostegno per le famiglie che se ne prendono cura, più servizi per le disabilità. Nel 2009 aumentano del 33% le risorse destinate agli anziani e ai disabili, che ammontano a quasi 42 milioni di euro, con un incremento di circa 10 milioni rispetto al 2008.
I finanziamenti, assegnati dalla Regione Emilia Romagna alla provincia di Parma attraverso il Fondo regionale per la non autosufficienza, sono stati ripartiti oggi dalla Conferenza territoriale sociale e sanitaria tra i quattro Distretti sanitari del Parmense e andranno a potenziare tutti gli interventi a supporto della domiciliarità.
Investire in questo momento di crisi in servizi a sostegno delle fasce più deboli della nostra società significa non solo sostenere le persone in difficoltà, ma dare anche forme concrete di supporto alle loro famiglie – commenta il Presidente della Conferenza territoriale sociale e sanitaria Vincenzo Bernazzoli Nessuno deve rimanere indietro, e con questo noi diamo un messaggio forte, perché è proprio in momenti di difficoltà che le fasce più a rischio devono essere maggiormente tutelate.
Nelle opportunità come nelle condizioni di accesso, ed è per questo che la ripartizione delle risorse tra i quattro Distretti sanitari ha tenuto conto dei diversi contesti territoriali, per assicurare equità ed efficienza dei servizi su tutto il territorio provinciale
”.
Le risorse serviranno a creare più posti in case protette e centri diurni, aumentare la disponibilità di assegni di cura e incrementare tutti quei servizi che permettono alla persona non autosufficiente di essere assistita nella propria abitazione, e di mantenere la propria rete di relazioni familiari e sociali.
Nello specifico, al Distretto di Parma andranno 15 milioni euro per gli anziani e circa 5 per i disabili, a Fidenza 8 milioni di euro gli anziani e 2 per i disabili, al Distretto Sud Est 5 milioni e mezzo di euro per gli anziani e circa 1 milione per i disabili e al Distretto Valli Taro e Ceno 4,7 milioni di euro gli anziani e 745 mila euro per i disabili.
Con i finanziamenti 2009, Parma mira allo sviluppo di servizi e progetti, anche sperimentali, per interventi a favore delle famiglie che si trovano ad affrontare la problematica della demenza. A Fidenza, oltre a potenziare i percorsi assistenziali domiciliari, si punta all’estensione del sistema dei centri diurni.
Per il Distretto di Valli Taro e Ceno le prerogative principali sono il raggiungimento di un livello omogeneo della rete dei servizi su tutto il territorio e la strutturazione del servizio disabili, mentre nel Sud Est si definiranno percorsi individualizzati ponderati sui bisogni della persona.