Arrestato un ragazzo sorpreso nel Parco Ducale con 90 grammi di hashish e un computer rubato

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

Nella giornata di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Parma Oltretorrente, sono stati impegnati in un servizio straordinario del controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati contro il patrimonio ed in materia di sostanze stupefacenti.

Questi reati sono strettamente collegati fra loro in quanto molto spesso i consumatori di droga per pagare le loro dosi di stupefacente, ricorrono al baratto di oggetti di elettronica, cellulari e computer rubati, come emerso nei controlli svolti ieri nel parco ducale.

In particolare, verso le ore 16.00 di ieri, una pattuglia, ha fatto accesso all’interno del Parco Ducale, dove ha sottoposto a controllo un gruppetto di ragazzi seduti sulle panchine attigue al viale centrale un gruppetto di ragazzi.

Raggiunta la panchina, i Carabinieri notavano un ragazzo extracomunitario, con una vistosa ingessatura alla caviglia destra e munito di stampelle, alzarsi in fretta e furia, salire su di un monopattino e allontanarsi, cercando di guadagnare l’uscita del Parco.

 

† Dialogo tra Maria Maddalena e Andrea Marsiletti sul lungolago di Tiberiade

 

Tale comportamento induceva i Carabinieri a ritenere che il giovane potesse avere qualcosa da nascondere e decidevano di seguirlo per procedere ad un controllo più approfondito. Di fatto la pattuglia si trovava però impegnata in un vero e proprio inseguimento in quanto il ragazzo, resosi conto di essere seguito, cercava in ogni modo di fuggire, accelerando, compiendo manovre pericolose e guardandosi indietro continuamente.

I militari, viste la condizioni fisiche del ragazzo, al fine di salvaguardarne l’integrità fisica, cercando di evitare che cadesse, gli intimavano più volte di fermarsi, ma inutilmente. La pattuglia con non poca fatica riusciva a fermare il ragazzo, il quale, con un gesto fulmineo, si disfaceva di due involucri in plastica, gettandoli a poca distanza da dove era stato fermato.

I militari, recuperati gli involucri, constatavano che custodivano Hashish, nello specifico 4 “pezzi” del peso complessivo di 90 grammi, che veniva posto sotto sequestro.

A questo punto i militari perquisivano il soggetto ed all’interno di una borsa che teneva a tracolla rinvenivano un computer portatile provento di furto, ai danni di una azienda cittadina, e ritenuto ragionevolmente merce di scambio per poche dosi di stupefacente. L’attività svolta dai Carabinieri permetteva di rintracciare e restituire al legittimo proprietario, il P.C. perfettamente funzionante.

Vista la flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e ricettazione, per il possesso del P.C. rubato, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e come disposto dalla Procura della Repubblica di Parma, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma di Via Delle Fonderie, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Comando provinciale Carabinieri di Parma

SanMartino
Casa Bambini
kaleidoscopio
lodi_maggio24