Arriva a Parma il tour del campione paralimpico Devicenzi

E’ partito lo scorso 6 marzo dall’Auditorium “Cassa Padana” di Leno (Brescia) il quarto giro formativo “Progetto 22” del campione paralimpico cremonese Andrea Devicenzi, l’atleta nazionale amputato di gamba a causa di un incidente motociclistico che oggi ha raggiunto brillanti risultati nello sport e nella vita.

“Svegliarsi a 17 anni dopo l’incidente in quel letto d’ospedale con una gamba in meno è stato molto difficile, all’inizio apparentemente impossibile. Ho scelto di reagire: se ne era andata una gamba, ma non la voglia di raggiungere quegli obiettivi e quei sogni che avevo nella testa. Uno su tutti: riacquistare nel più breve tempo possibile la mia esistenza di ragazzo, di persona.”

Nel corso del giro formativo, promosso da Cassa Padana Bcc, Andrea incontra circa 15.000 ragazzi toccando le provincie di Brescia, Cremona, Parma, Reggio Emilia, Verona, Rovigo e Ferrara.

Tra il 10 ed il 22 di aprile, sarà in Emilia ed incontrerà gli studenti dell’Ist. Comprensivo di Sissa Trecasali (10 aprile); dell’Ist. Tecnico Economico “M.Melloni” di Parma (11 aprile); del Liceo Classico-Scientifico “Ariosto Spallanzani” di Reggio Emilia (12 aprile); dell’ Ist. Comprensivo di Rubiera (20 aprile) e dell’Ist. d’Istruzione Superiore “D’Arzo” a Sant’Ilario d’Enza (22 aprile).

Attraverso la sua testimonianza, fatta di parole, video ed immagini, Andrea condivide la propria esperienza per incentivare giovani e adulti a scoprire e sviluppare tutte le potenzialità inespresse per permettere loro di trasformarle nel loro personale talento. Un giro formativo 2.0: grazie alle tecnologie offerte dai social, i partecipanti potranno rimanere in contatto con il campione, rivolgergli domande, scattare fotografie insieme e raccontare le loro storie.

Il nome “Progetto 22” non è un caso: sono 22 i valori che Andrea si impegna a raccontare e far vivere ai ragazzi.

“La tua storia mi ha davvero aperto gli occhi, ha acceso quella parte di me che sembrava si fosse spenta per sempre. Ho riscoperto quella forza che sembrava sperduta, andata via da un bel pezzo dopo determinati eventi che mi sono accaduti …” scrive una studentessa dopo l’incontro con Andrea.

Un campione nella vita e nello sport. Raccontare tutti i risultati raggiunti da Andrea in questi anni è impossibile. Due su tutti: nel 2010 ha raggiunto in autonomia la vetta del Kardlung La, in India, percorrendo la strada carrozzabile più alta del mondo. Lo scorso anno, nell’estate del 2016, partendo da Lima (Perù), ha percorso 1.200 chilometri in mountain bike e 4 giorni di trekking per raggiungere il sito archeologico di Machu Picchu.

Un entusiasmo che non ha confini. “Progetto 22 è una delle sfide più grandi che abbia mai affrontato nella mia vita: incontrare ogni mattina centinaia di ragazzi mi riempie di vita. Questi incontri mi aiutano ogni giorno a diventare sempre più consapevole di quanto ognuno di noi sia ricco di intelligenza, capacità e talenti che non aspettano altro di essere coltivati. E’ davvero possibile rendere grande la propria vita.”

Ecco, la vita. E’ in assoluto il dono più grande che ci sia stato donato dall’Universo. “La nostra vita va vissuta al massimo perché fuori dalle nostre quattro mura c’è un mondo meraviglioso che ci aspetta”.

Le tappe del Giro formativo “Cassa Padana” Progetto 22

6 marzo Leno (Bs)   Ist. Comprensivo

7 marzo Bagnolo Mella (Bs)  CFP “Canossa”

8 marzo Brescia (Bs)    IIS “A.Mantegna”

9 marzo Vescovato (Cr)  IC “Ugo Foscolo”

10 marzo Gardone Val Trompia (Bs) IIS “Carlo Beretta”

13 marzo Casalmaggiore (Cr)  IC “Diotti”

14 marzo Brescia (Bs)   IIS “Castelli”

15 marzo Gardone Val Trompia (Bs) Ist. Comprensivo

21 marzo Brescia (Bs)   IIS Canossiano

22 marzo Pontevico (Bs)  Ist. Comprensivo

23 marzo Gottolengo (Bs)  Ist. Comprensivo

24 marzo Concesio (Bs)   Ist. Comprensivo

27 marzo Cremona (Cr)   IIS “J.Torriani”

28 marzo Remedello (Bs)  IIS “Bonsignori”

29 marzo Casalmaggiore (Cr)  IIS “Romani”

30 marzo Cremona (Cr)   Liceo “Vida”

3 aprile Breno (Bs)   Liceo “Golgi”

4 aprile Darfo (Bs)   IIS “O.Putelli”

5 aprile Breno (Bs)   IC “Tonolini”

6 aprile Edolo (Bs)   IIS “Meneghini”

10 aprile Sissa (Pr)   IC Sissa Trecasali

11 aprile Parma (Pr)   ITE “M.Melloni”

12 aprile Reggio Emilia (Re)  Liceo “A.Spallanzani”

19 aprile Bovolone (Vr)   IPSIA “G.Giorgi”

20 aprile Rubiera (Mo)   Ist. Comprensivo

22 aprile Sant’Ilario d’Enza (Re) IIS “D’Arzo”

21 aprile Cerea (Vr)   IIS “L.Da Vinci”

26 aprile Legnago (Vr)   Liceo “Cotta”, “IIS “Minghetti”,

IPS “G.Medici” e IIS “Ricci”

27 aprile Rovigo (Ro)    Liceo “Paleocapa”

28 aprile Ferrara (Fe)   Liceo “A. Roiti”

Perché Cassa Padana sostiene Progetto 22?

L’idea di organizzare un tour di Andrea Devicenzi nei territori cui è presente Cassa Padana nasce dal desiderio dello storico istituto bancario di voler dare una risposta tangibile ad un’esigenza fortemente sentita in tutti i territori nei quali opera: valorizzare le giovani generazioni e dar loro i giusti stimoli e le opportune motivazioni per affrontare le vicende della vita, occupata oggi dallo studio ed un domani dal lavoro, affinché essi si propongano fin da subito come sinceri protagonisti della società civile.

Dalla Valle Camonica a Reggio Emilia, da Cremona a Ferrara, Andrea Devicenzi porterà la sua incredibile esperienza nelle scuole dove, grazie all’affiancamento e al supporto di Cassa Padana, incontrerà studenti ed insegnanti per raccontare quei valori come l’impegno, la cooperazione e la sensibilità nei quali Cassa Padana stessa si riconosce.

lombatti_mar24